La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > bandelle > AA.VV. - Autori Vari > Deserto americano

Jan 07 2010

American writers

Deserto americano

di Sara Gradoni

Percival Everett

Theodore Street è un quarantenne talmente stanco e insoddisfatto della propria vita - una famiglia allo sfascio e una carriera accademica deludente - che decide di punto in bianco di farla finita.
Dopo aver pianificato il proprio suicidio, sale in macchina e va in direzione del mare, meta prescelta per l’estremo e tragico atto finale. Ma, ironia della sorte beffarda, un camion in direzione opposta a lui sbanda e gli va addosso. Ted viene catapultato fuori dalla macchina e, in un batter d’occhio, la testa gli viene tranciata dal resto del corpo.
Gli verrà "ricucita" soltanto tre giorni dopo, in vista del suo funerale durante il quale accadrà una cosa eccezionale. Mentre parenti, amici e colleghi piangono il morto, ad un certo punto Theodor si solleva ed esce fuori dalla bara, creando terrore e scompiglio generali. È l’inizio dell’inferno, di una non-vita che vede Ted braccato dai media, da gruppi di fanatici religiosi che lo considerano Satana o il Salvatore e da scienziati pazzi che lo usano come cavia per scoprire il vero significato della morte. Dopo mille peripezie riuscirà a liberarsi da questo enorme ciclone di follia umana per approdare nel caldo affetto della propria famiglia, i cui rapporti con un padre e un marito morto-vivo sembrano incredibilmente migliorati.
Dietro a questa storia paradossale e tuttavia divertente, si cela la forte critica dell’autore verso una società americana piena di superficialità e di nefandezze quotidiane e la profonda riflessione sulla morte e sul complicato senso della vita.

Scritto da: Sara Gradoni

Data: 07-01-2010

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 6583 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli