La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > bandelle > AA.VV. - Autori Vari > Ulisse da Baghdad

Apr 06 2010

scrittori contemporanei

Ulisse da Baghdad

di sara gradoni

Eric-Emmanuel Schmitt

Saad Saad in arabo significa "speranza speranza" e in inglese "triste triste". Saad Saad è anche il nome di un giovane ragazzo iracheno che vuole disperatamente fuggire dal suo paese e ricominciare una nuova vita a Londra. La storia è inizialmente ambientata in una Baghdad lacerata dal regime di Saddam Hussein, dalla Guerra del Golfo e dall'embargo internazionale, dove si muore di fame e gli attacchi terroristici sono all'ordine del giorno. La paura della morte non abbandona l'esistenza quotidiana degli iracheni che a stento cercano di vivere dignitosamente. Ma c'è anche un'altra paura, forse molto più spaventosa, che sente soltanto chi è costretto ad emigrare. L'autore Eric-Emmanuel Schmitt la definisce paura di essere nulla: "rendersi conto che, per natura, l'individuo non appartiene a nessuna delle categorie che lo definiscono, che avrebbe potuto non avere i tratti che lo caratterizzano, che per un pelo non è nato altrove, non ha appreso un'altra lingua, non ha ricevuto una diversa educazione religiosa, non è cresciuto in un'altra cultura, non è stato istruito in un'altra ideologia, non ha avuto altri genitori, altri maestri, altri modelli. Vertigine!". La paura di essere nulla viene qui mostrata attraverso l'odissea di Saad Saad che, fuggito dall'Iraq, raggiungerà Londra attraverso tutte le difficoltà e le umiliazioni che un immigrato clandestino deve sopportare.
Eric-Emmanuel Schmitt è un drammaturgo e scrittore francese che ha raggiunto la notorietà con Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, da cui è tratto l'omonimo film presentato alla Mostra del cinema di Venezia del 2003.

Scritto da: sara gradoni

Data: 06-04-2010

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 7322 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli