sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Recensioni > L'uomo nell'ombra
L'uomo nell'ombra
di Roman Polanski
Occhio agli in(di)zi!


GhostWriter
Tit. originale: The Ghost Writer
Regia: Roman Polanski
Interpreti: Ewan McGregor, Pierce Brosnan, Kim Cattrall, Olivia Williams, James Belushi.
Timothy Hutton, Eli Wallach, Tom Wilkinson
Produzione: RP Films, France 2 Cinéma, Elfte Babelsberg Film, Runteam III, Medienboard Berlin-Brandenburg
Distribuzione01 Distribution uscita venerdì 9 aprile 2010
Origine: Gb, Dh, Fr, 2010
Durata: 131 min.
Uscita nelle sale: 9 aprile 2010

Un traghetto sta arrivando a destinazione. Le auto sono pronte a partire, eccetto una.
Il corpo che poco dopo verrà rinvenuto sul bagnasciuga sarà quello del ghost writer dell’ex-primo ministro britannico Adam Lang (Brosnan) che, da tempo si è rifugiato su un'isola, non distante da New York, con la moglie (Williams), la segretaria (Catrall) e le guardie del corpo. Il ghost writer viene rimpiazzato da uno scrittore (McGregor), che si è occupato di biografie di maghi, incaricato di rivedere da cima a fondo l’autobiografia di Lang. Scavando, scavando il nuovo ghost writer inizia a capire di essersi imbarcato in un intrigo “internazionale” politicamente delicato che vede Lang accusato di avere contribuito alla tortura di prigionieri sospettati di terrorismo, durante il suo mandato, e di avere ambigui legami con la Cia.
mcgregor
Tradurre il titolo originale del film è stata un’operazione tanto inutile, quanto poco accurata; chi
ha cercato di spiegare quel che visivamente Polanski riesce mettere in scena, grazie alla forza
espressiva delle immagini cinematografiche e delle lettere dell’alfabeto, ha fallito.
Grande opera, tanto quanto il suo autore, questa pellicola, tratta dall’omonimo bestseller di Robert
Harris, ha il pregio di essere un degno omaggio al Maestro della suspence Alfred Hitchcock.
Ovviamente il modello non scompare dalla struttura del film di Polanski, e la
straordinarietà dell’insieme lascia spazio alle deduzioni dello spettatore, con un finale se non del
tutto fuorviante, almeno poco rincuorante: bisogna infatti compiere un “atto di fede” per accettarlo.
W il cinema, il buon cinema! Quello autentico, vero, originale nel suo farsi e fedele alla vita del suo
Regista.
Interpreti di primo ordine (addirittura la sfinge, ex-007, Brosnan è in grado di recitare!), diretti
talmente bene da far dimenticare le maschere dei divi (K. Catrall- Samantha Jones, in primis).
Ewan McGregor regge alla perfezione la tensione del film, dominando la scena senza sbavature.
Roman Polanski, il fuggitivo per eccellenza, porta a termine con The Ghost Writer un capolavoro.
GhostWriter-scena
Premio alla regia a Roman Polanski, vincitore dell’Orso d’Argento alla 60a edizione della Berlinale.

doris cardinali
visite: 13917

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css