La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele

Sep 30 2011

Internazionale a Ferrara 2011 - Approfondimento

Dalla Rainbow Warrior a Ferrara

di Grazia Russo

Il racconto della squadra di Greenpeace sul disastro di Fukushima


Conferenza Greenpeace
A sei mesi dall’incidente nella centrale nucleare di Fukushima Daiichi le notizie che arrivano non sono incoraggianti. Un silenzioso e attento pubblico riunitosi presso il Chiostro di San Paolo questo pomeriggio, tralasciando l’aperitivo ferrarese ha ascoltato con attenzione le notizie provenienti dall’est del mondo. Proprio oggi il governo Giapponese ha annunciato di aver tolto il divieto di evacuazione per l’area compresa tra i 20 e i 30 Km che si sviluppano intorno alla centrale nucleare di Fukushima che qualche mese fa a seguito di un terremoto ha subito dei danni tali da inquinare tutto l’ecosistema marino in modo irreparabile. Nelle acque dell’oceano Pacifico che bagnano il Giappone sono finite tonnellate di acqua radioattiva, i numeri parlano di quantità elevatissime di Cesio radioattivo 134 e 137 per m² che inevitabilmente si sono inserite e si inseriranno da qui ai prossimi anni nella catena alimentare costituendo un grosso problema per l’alimentazione umana mondiale e soprattutto dei giapponesi, che hanno nella loro dieta un ingente consumo di pesce e fanno un largo uso di alghe. Gli attivisti di Greenpeace che sono giunti in prossimità delle coste di Fukushima sono partiti proprio dall’analisi delle alghe, e i risultati di queste hanno presentato dei dati allarmanti considerato che il livello di iodio radioattivo riscontrato è in alcuni casi superiore fino a cinquanta volte rispetto ai limiti di sicurezza.

attivista greenpeace A pesare di più è senz’altro l’atteggiamento di un governo che si è dimostrato a lungo non trasparente e irresponsabile, che ha minimizzato sugli effetti che la radioattività poteva avere e non ha diffuso in modo capillare l’allarme nei villaggi: lasciando la popolazione quasi all’oscuro di ciò che era successo. “È in questa direzione e per sopperire a questa mancanza di dati reali e informazioni dettagliate che si è mosso il team di Greenpeace” a parlare così è Giorgia Monti della Campagna mare Greenpeace, che è riuscita grazie all’aiuto dei pescatori giapponesi ad avere dei campioni di alghe da analizzare, prelevati a pochi Km dalla costa giapponese: zona off-limits per il gruppo di Greenpeace che invece si doveva mantenere oltre le 12 miglia. I risultati raggiunti a seguito di questo tsunami che ha sconvolto il mondo e dell’informazione targata Greenpeace sono stati notevoli: a partire dalla vittoria del referendum in Italia contro il nucleare, passando per la chiusura di diversi impianti sia in Germania che in Svizzera. Ciò che però emerge è un dato: il Giappone, uno stato che ha da sempre investito in energia nucleare utilizzandola per l’energia elettrica, non ha subito dei black out a causa della drastica riduzione dell’elettricità, anzi e ciò significa che gran parte dell’energia prodotta era inutilmente sprecata. L’incontro in italiano e in inglese ha visto la presenza anche di Jan Beranek che ha parlato a lungo della necessità di invertire la rotta in materia di produzione di energia puntando verso una progressiva diminuzione dell’impiego del nucleare a favore di energie rinnovabili “che riusciranno a soddisfare il fabbisogno energetico se si svilupperà parallelamente un sistema di riduzione degli sprechi, evitando così il rischio di essere invasi da turbine eoliche o pannelli solari da una parte e riuscendo dall’altra a garantire l’energia elettrica necessaria a tutti”.
La direzione per il cambiamento è indicata, bisogna solo mettersi in marcia.

Foto di Giacomo Brini

Scritto da: Grazia Russo

Data: 30-09-2011

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 3886 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli