La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele

Oct 05 2011

Amadou & Mariam

di Edoardo Gandini

Welcome to Mali

amadou e mariam

Sabato sera tutto il pubblico di Internazionale si è concesso una pausa da dibattiti e documentari, riversandosi in una gremita Piazza Castello per il concerto del duo maliano Amadou & Mariam. La vera attrazione della serata, in realtà, era il Dj Set di Lorenzo "Jovanotti" Cherubini, ma la coppia del Mali, gia ambasciatori contro la fame del Programma alimentare mondiale per l’Unione Europea, non ha deluso nessuno, risultando l’evento principale del giorno per alcuni (me compreso) e un’ottima apertura per gli altri, i fan accorsi per la cosiddetta Jova-notte.
Il concerto inizia alle 21.40, quando la piazza è gia talmente piena di persone da rendere impossibile l’accesso dall’ingresso del Giardino delle Duchesse; se per alcuni la musica della coppia maliana non rappresenta una novità perché già sentiti due anni fa nell’ambito di Ferrara Sotto le Stelle, la maggior parte del pubblico si è recata in Piazza Castello incuriosita dall’originale mix di musica etnica e moderna, jazz e funky soprattutto, proposto dalla band. Ed è proprio da questo interessante mix che Amadou e Mariam, coppia anche nella vita, sprigiona tutta la sua incontenibile energia live, accompagnati magistralmente da due coriste, un tastierista e una sezione ritmica di assoluto livello. Il pubblico, tanto eterogeneo come raramente si può osservare ad un concerto, si scatena in balli e salti lasciandosi trasportare dalle sinuose voci degli artisti.
Welcome to Mali, già brano di apertura ai mondiali sudafricani del 2010, si rivela il miglior inizio possibile, mescolando alla perfezione le componenti di cui vi parlavo: la musica tipica maliana e le ossessive ritmiche di basso si fondono perfettamente in una sorta di moderno ballo tribale.
L’esibizione prosegue per quasi due ore in cui il gruppo esegue ben quattordici brani, di cui la metà proveniente proprio dal disco Welcome to Mali, pubblicato nel 2008. Stupisce e contagia l’allegria con cui la band si presenta al pubblico, ricreando una splendida atmosfera festosa, rovinata soltanto dai soliti quattro imbecilli che, per arrivare il più avanti possibile, si facevano spazio tra la folla con spallate e gomitate, ignorando probabilmente l’enorme mole di pubblico nella piazza.
Un concerto piacevole di artisti davvero coinvolgenti che, portando un po’ di Mali nel centro della città, hanno ripagato parzialmente chi come me ha perso la loro esibizione (gratuita) di due anni fa, ospitata da Ferrara Sotto le Stelle. Il rammarico più grande è che, essendo entrambi affetti da cecità, non abbiano potuto gustarsi una meravigliosa Piazza Castello straripante di persone che, comunque, non ha perso occasione per far sentire tutto il proprio affetto e partecipazione.

Si ringrazia in modo particolare Elena Dante per la foto gentilmente concessa

Allego, come di consueto, la scaletta integrale del concerto.

1. Welcome to Mali
2. Labandela Pam
3. Magossa
4. Batoma
5. Africa
6. Dobe Mangan
7. Masiteladi
8. Djama
9. Wily Kataso
10. Wari
11. La Realite
12. Beaux Dimanches
13. Mon Amour Macherie
14. Sebeke

Scritto da: Edoardo Gandini

Data: 05-10-2011

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 3980 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli