La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > Ferrara Altroconsumo Festival > Ferrara Altroconsumo Festival

Jun 08 2013

Il diario della seconda giornata

Ferrara Altroconsumo Festival

di Pasquale Matarazzo




Il dibattito “Spendere meno senza rinunce” svoltosi in mattinata al Chiostro di San Paolo ha aperto gli incontri della seconda giornata del Ferrara Altroconsumo Festival. “Tante spese sono irrinunciabili- ha esordito il direttore della rivista Altroconsumo Rosanna Massarenti-, ma si può ottimizzare il proprio bilancio con scelte intelligenti”. Gli esperti di Altroconsumo Barbara Baggi, Marco Bulfon e Laura Filippucci provano ad elencare qualche esempio concreto su telefonia, assicurazioni, conti corrente, elettricità e gas. Una famiglia media ferrarese formata da quattro persone con due auto e un ciclomotore con una scelta oculata può risparmiare 500 euro. Scegliendo invece il ‘pacchetto’ peggiore spenderebbe circa 1000 euro in più rispetto alla media. Anche i correntisti bancari non sono inclini alla mobilità. Secondo Banca d’Italia sono circa il 30% i correntisti che non hanno cambiato conto negli ultimi dieci anni, con alcuni che costano mediamente il doppio di quelli in circolo attualmente. A seconda del profilo di utilizzo il conto migliore può far guadagnare 26 euro, mentre la scelta del peggiore può avere un costo di 240 euro. “Il consumatore deve prendersi la responsabilità di essere informato. Oggi ci sono tanti modi di farlo. Tuttavia c’è ancora tanta pigrizia e ad esempio nel mondo delle assicurazioni si può parlare di ‘qualunquismo assicurativo’ in quanto non vengono recepite le differenze tra le varie offerte” ha concluso Barbara Baggi. E’ intervenuto sull’ottimizzazione delle risorse a disposizione anche il vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto: “Le amministrazioni locali sono ormai grandi esperti dello spender meno. Quando si parla di servizi però non è facile. Si ha il timore di retrocedere e dunque occorre un enorme lavoro di cesello su ogni singola voce di spesa”.

CONSIGLIO DIRETTIVO DI ALTROCONSUMO
All’interno della Sala dei Comuni del Castello Estense si è svolta una seduta del Consiglio direttivo di Altroconsumo a porte aperte. Presenti i rappresentanti regionali dell’Associazione ai quali il presidente Paolo Martinello ha annunciato: “Le prime ore di questo festival ci spingono ad un salto di qualità nell’approccio al consumatore. L’iniziativa principale attorno alla quale siamo impegnati al momento ovvero il Gruppo d’Acquisto di Energia è uno strumento che consente al consumatore di fare scelte appropriate, ma anche di costruire una massa critica, perché la nostra associazione vuole essere intelligenza collettiva”. Ad elencare gli obiettivi dell’Associazione tocca al direttore Luisa Crisigiovanni: “Siamo per la prima volta in piazza. L’associazione deve muoversi nel segno della prossimità. I prossimi obiettivi da raggiungere sono: promuovere Altroconsumo attraverso le campagne tv, azioni di rivendicazione collettiva, un approccio integrato offline e online, creare una rete di ambasciatori sul web e migliorare l’accessibilità con l’informazione e creare coinvolgimento con un approccio multicanale”.


ALIMENTAZIONE E ACQUA
Falsi miti e leggende metropolitane demoliti nell’incontro su “Diete: quelle inutili, costose, dannose” con la nutrizionista dell’Istituto Europeo di Oncologia Lucilla Titta al Mercato Coperto e le consulenze sull’acqua del rubinetto in piazza Municipale con il laboratorio mobile dell’Istituto di ricerca CSA e l’esperta Altroconsumo Claudia Chiozzotto. “Il segreto per star bene è l’attività fisica e un’alimentazione corretta- ha rivelato Lucilla Titta, che ha poi proseguito con la ‘sua’ dieta tipo- colazione con 2 fette di pane integrale, due frutti o uno yogurt e latte di soia. A pranzo e cena un piatto unico. Può essere pasta di farro condita con verdure saltate e olio extravergine e di sera una porzione di pescfe o carne bianca”. La nutrizionista ha poi rimarcato l’importanza della lettura delle etichette nutrizionali, la correlazione fra un’alimentazione scorretta e l’insorgere di malattie, i quantitativi di carne rossa (500g a settimana), salumi (50 g a settimana) e formaggi stagionati (dovrebbero essere uno strappo alla regola) e il consumo di sale (6g al giorno) e soprattutto stare in guardia dall’assunzione di sale, grassi saturi e zuccheri raffinati. Sulla qualità dell’acqua del rubinetto Claudia Chiozzotto ha spiegato: “Il primo interlocutore è l’acquedotto di riferimento. Ogni cinque anni devono consegnare analisi certificate al Ministero. Poi in seconda battuta si può richiedere, a prezzi convenzionati, l’analisi ad Altroconsumo- e sulla qualità dell’acqua a Ferrara ha aggiunto- Nell’ultima inchiesta sull’acqua svolta dall’associazione l’acqua in partenza dalle sorgenti è risultata essere compromessa da inquinanti in passato e per la caratteristica di acque superficiali che si trovano sul territorio. Tuttavia il trattamento dell’acqua messo in atto dall’acquedotto ha riportato tutte le sostanze entro limiti di legge. Si può far qualcosa di meglio dal punto di vista dell’utilizzo del cloro che attenua il consumo dal rubinetto”. Poi l’esperta svela che quella dell’acqua minerale è una scelta di gusto, il cloro non incide sulla calcolosi, ma può essere cancerogeno (anche se non ne sono state riscontrate quantità tali da stare attenti in tal senso), così come il calcio presente nell’acqua non aumenta il rischio di litiasi. L’associazione mette in guardia dai trattamenti domestici dell’acqua quali caraffe e filtri.

RC AUTO
Gli incontri pomeridiani di Altroconsumo si aprono con “Assicurazioni auto: spendere meno si può” con la partecipazione degli attori Roberta Grandini e Antonio Provitina e un quiz ai presenti al Chiostro attraverso il quale l’esperta Barbara Baggi ha rivelato: “Con la miglior polizza possibile si possono risparmiare 250 euro. La RC auto copre solamente i danni a terzi in caso di sinistro, sinistro che è possibile rimborsare qualora sia di entità lieve per evitare di peggiorare la classe di merito. Inoltre non c’è più il tacito rinnovo e quindi a 30 giorni dalla scadenza la compagnia deve inviare un attestato di rischio al consumatore. Occorre informare i consumatori inoltre che al momento dell’acquisto di una nuova auto ad essere può essere estesa la miglior classe di merito presente in famiglia. Oggi il caro-polizza è un problema in Italia perché è in media il costo della polizza è il doppio rispetto al resto della zona Euro addirittura il triplo rispetto alla Francia”.

SALUTE E FARMACI
All’interno del Cortile del Castello con il dibattito “i 10 Sì e i 10 no della Salute” i medici di Slow Medicine Sandra Vernero e Andrea Gardini e Roberto Satolli si sono confrontati con i presenti sull’utilizzo di farmaci ed esami. “Oggi 60milioni dosi di farmaci al giorno, il doppio rispetto a dieci anni fa- ha detto Satolli.- Ci sono veri miracoli della medicina negli ultimi anni: come ridare la vista ai ciechi (lenti artificiali per la cataratta), far camminare gli zoppi (protesi dell’anca o del ginocchio) o ridare vita ai morti (leucemia infantile o dell’Hiv). Ma occorre imparare a essere critici anche nei confronti di questa medicina contemporanea con una crescita degli esami in maniera esponenziale o 4 milioni di farmaci contro l’ulcera cronica, una malattia che non esiste più”. Andrea Gardini poi parla del movimento Slow Medicine nato a Ferrara: “Slow Medicine promuove una medicina sobria, rispettosa e giusta. Sobria ovvero fare di più non vuol dire fare meglio. Solo una piccola porzione di nuovi farmaci presentano vantaggi rispetto a quelli già esistenti. Dunque, occorre agire con moderazione, gradualità e essenzialità. Rispettosa ovvero accogliere e tenere in considerazione i valori, le preferenze e gli orientamenti dell’altro in ogni momento della vita. Giusta con cure appropriate alla persona e alle circostanze. Inoltre contrasta le disuguaglianze e facilita l’accesso ai servizi socio-sanitari”. Un accenno anche al gruppo “no grazie, pago io!” impegnato contro i possibili conflitti di interesse fra operatori sanitari e Industria.
Chiude la seconda giornata di lavori del Festival il concerto all’interno del Cortile del Castello di Mauro Pagani.

Scritto da: Pasquale Matarazzo

Data: 08-06-2013

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 2586 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli