La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Chiaroscuro > Libroggetto > Il tappeto delle storie

Mar 03 2005

Dentro i libri attraverso le cose

Il tappeto delle storie

di Elisa Donin

Karawan. Dal deserto al web - Fatema Mernissi

Fatema Mernissi è una sociologa marocchina ed è una instancabile tessitrice di relazioni politiche e culturali fra i paesi del Mediterraneo. Forse proprio per questo motivo il suo ultimo, bellissimo libro può essere rappresentato da un tappeto, uno dei meravigliosi manufatti della tradizione maghrebina o, perché no, un magico tappeto volante da Mille e una notte.

Non a caso, è proprio prendendo a prestito le parole con cui Sherazade inizia il racconto delle avventure di Sindbad che la trama della Mernissi incomincia ad avvolgerci: “Chi vuole le perle deve tuffarsi in mare”….Gli occidentali desiderano conoscere il Marocco, ma non si tuffano in mare, credendo di poterlo comprendere galleggiando sulla superficie dei pregiudizi, o arrestando le loro peregrinazioni sulla costa. Il vero Marocco, il paese vivo e vitale, che sta cambiando senza perdere la propria identità non è però quello delle metropoli come Casablanca e Rabat. Mernissi ci accompagna nel Marocco sconosciuto, quello dei piccoli centri in cui il fermento civile è più vivo. Per esempio nelle zone dell’Alto Atlante, dove le attività tradizionali come la tessitura dei tappeti permettono a consorzi che raggruppano intere comunità di conservare la propria identità culturale e allo stesso tempo di accedere in maniera dignitosa al mercato globale attraverso un rapporto vincente con le nuove tecnologie.
E non è un caso, suggerisce Mernissi, che proprio i figli di tessitrici analfabete riescano a fare meraviglie con Internet: è l’abitudine al pensiero progettuale labirintico che permette di colmare senza sforzo nell’ambito di una sola generazione uno svantaggio apparentemente insormontabile. E non è forse vero che uno dei programmi principali per la realizzazione dei siti web si chiama “tessitore di sogni”? I sogni del Marocco sono tanti, e molti possono essere anche nostri. Non è affatto detto che partire da una posizione di arretratezza sia una condanna: si ha anzi la possibilità di modellare il proprio progresso secondo canoni più giusti e umani, di tessere la storia con le proprie mani e il proprio entusiasmo.


Il paese che esce da questo libro è colorato, pieno di gioia di vivere; e lontano mille miglia dalla nostra visione stereotipata di un Maghreb chiuso e arretrato, di un posto fatto solo per gli uomini, e in cui ogni capacità di dialogo è assente. Con le sue interviste Mernissi ci presenta oltre a uomini aperti e preparati, anche donne capaci di influire potentemente nella vita culturale e politica del loro paese: pittrici, tessitrici, attiviste per i diritti civili, insegnanti impegnate nel sociale. E ci mostra come anche la biculturalità araba e berbera del Marocco sia una fonte di ricchezza e non un ostacolo alla crescita democratica e culturale del paese: proprio la minoranza berbera – o con un termine più corretto amazigh (che ha una connotazione positiva, significando “uomo libero”, e non “barbaro, straniero”) – sta partecipando attivamente alla rinascita civile marocchina degli ultimi anni.

Con questo tour in caravan compiuto da una marocchina in vacanza nel cuore misconosciuto del Marocco impariamo a conoscere un altrove che è più vicino di quanto non crediamo. Non a caso la parola araba per “viaggio” è safar, un sinonimo di “svelarsi”: il viaggio svela il carattere degli uomini che si incontrano, ma anche e forse soprattutto di quelli che si spostano.

Karawan. Dal deserto al web di Fatema Mernissi; Giunti, 2004, euro 12.00

Scritto da: Elisa Donin

Data: 03-03-2005

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 8829 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli