La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Chiaroscuro > Chiaroscuro > Julia, Berardi-Mantero e Campi-Pittaluga

Jan 14 2006

dolorosa attualità

Julia, Berardi-Mantero e Campi-Pittaluga

di Alberto Amorelli

Numero 87: Pena Capitale

JuliaNon si risolve il problema della pena capitale salvando gli innocenti. Suor Angela, Young e i loro comitato si rimisero all’opera ( Julia Kendall)



Può un fumetto essere assolutamente maturo, di attualità e trattare argomenti seri e scomodi?
Assolutamente si.
Ne ho avuto prova e riprova spesso. Ormai il fumetto, o almeno parte di esso, si è innalzato a letteratura vera e propria.
Basti pensare alla campagna che gli autori di Dylan Dog, fanno ogni anno contro l’abbandono degli animali d’estate oppure alla vecchia campagna contro l’AIDS, usando sempre il tenebroso detective londinese come testimonial.
Oggi voglio parlarvi di un altro figlio di casa Bonelli, anzi una figlia.
Mi riferisco alla creatura del grandissimo scrittore Giancarlo Berardi, già creatore dell’antieroe per eccellenza Ken Parker, la bella e dolce criminologa Julia. L’eroina, che ha il volto di Audrey Hepburn, è protagonista di una serie mensile che ormai veleggia sul numero 88.
Nell’immaginaria cittadina americana di Garden City, la dottoressa Julia Kendall si trova spesso invischiata in crimini e vicende noir affrontate però più umanamente, con un approccio più psicologico e legato ai sentimenti.

La storia di Julia di cui voglio brevemente parlare è presente nel numero 87 della serie, cioè il numero del mese scorso, si chiama Pena Capitale, è scritto, come sempre, dall’eccelso Giancarlo Berardi, affiancato da Maurizio Mantero e disegnato dal nostro concittadino Thomas Campi, giovane ed abile talento, senza dimenticare alcune parti della storia disegnate da Luigi Pittaluga in un ottimo stile a mezze tinte.Audrey Julia
La storia è semplice ma entusiasmante e ti tiene inchiodato fino alla fine.
Un finale amaro e che fa riflettere a lungo.
Era un bel po’ di tempo che non leggevo Julia, e solo finchè non ho riaperto le sue delicate pagine non mi sono reso conto quanto mi mancasse.
Questa volta Julia aiuta una sua vecchia amica Suor Angela, religiosa che fa parte di un comitato contro pena di morte, a cercare di scagionare una ragazza di vent’anni, Linda Evans, in carcere da ormai tre anni accusata di parricidio.
Alcuni elementi nelle indagini non quadrano, sembra che la polizia abbia voluto chiudere in fretta il caso.
Julia e Suor Angela hanno poche ore per ripercorrere tutto il caso, dal suo inizio tre anni prima.
Le indagini rimbalzando dai più disparati testimoni e vicini di casa della famiglia Evans, non portano a nulla.
Intanto noi seguiamo le ultime, drammatiche ore di Linda in carcere, gli ultimi pasti, le ultime speranze, la rassegnazione, la camminata fino alla sala dell’iniezione letale in scene splendidamente realizzate da Campi che ricordano il tesissimo Dead Man Walkin, splendido film di qualche anno fa.
Riusciranno Julia e Suor Angela a scagionare Linda, oppure l’iniezione mortale che la attende giungerà puntuale allo scadere delle quaranta ore rimaste alla ragazza?
Non pensiate che la risposta sia così scontataJulia 87

Berardi riesce ad affrontare il teme della pena di morte in modo intelligente e non polemico anche se si capisca la posizione che lo scrittore prende (per altro condivisa anche da chi vi scrive).
Recuperate questo numero di Julia, converrete con me che anche tramite un fumetto si può far riflettere e si possono dire cose importanti e trattare argomenti su cui è imperativo avere un opinione.

Amaro, vero e delicato, questo è Julia. Complimenti per questo splendido e vero personaggio di carta.




consigli per gli acquisti: Julia numero 87, Pena Capitale, Sergio Bonelli Editore

Scritto da: Alberto Amorelli

Data: 14-01-2006

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 9788 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli