occhiaperti.net - dedicato ai giovaniQui si parla la tua stessa lingua.
Anzi, ci parli tu.

Comune di Ferrara

Occhiaperti.net è un sito realizzato da uno staff giovane
coordinamento e gestione a cura di U.O. AGIO AdolescentiGIOvani
collabora con lo staff, entra a farne parte

LA PACE E' PER SEMPRE
diario rubrica
PER LA PACE
CONTRO LA GUERRA
down - vai alla fine della pagina
OcchiAperti.Net > ARKIVIO > SPOTNOTIZIE/CRONISTA PER SCELTA > Cronisti si nasce? Cronisti si diventa?
direfarechattare
Area Giovani •
Stile Libero •
Musica •
Terza Pagina •
Newsletter •
Cinema •
Vento in faccia •
Map & Tag •
Basta che non esageri •
Senza Polemica •
Un Fiume di Musica •


CRONISTA PER SCELTA (1)
Cronisti si nasce? Cronisti si diventa?
Riflessioni su un mestiere in via d'estinzione

Un po' l'una e l'altra cosa. Percentualmente parlando il 30 e 70 percento.
Curiosità e un "maledetto" e profondo senso civico, sono alla base di una professione ormai in via di estinzione.
Eh si... Perché oggi vi è la tendenza al "giornalismo fai-da-te", si passano (spesso non volontariamente) molte ore davanti al pc e si esce poco dalle redazioni. Ci sono molti opinionisti, molti commentatori, molti esperti di questa o quella materia, ma pochissimi cronisti, giornalisti d'inchiesta, professionisti dell'informazione che mettono costantemente davanti a tutto (spesso anche alla famiglia e agli affetti) la ricerca della verità dei fatti.
Sono sempre meno quelli - per intenderci - che "cercano le notizie" invece di "farsi trovare dalle notizie", quelli che "perdono" il tempo in giro per le città o negli sperduti territori della provincia italiana a scovare elementi utili alla conoscenza dei fatti, a raccogliere informazioni, a tessere la fitta rete di contatti e conoscenze, a recuperare documenti in qualche polveroso archivio (anche virtuale).
E mentre gli elenchi dell'Ordine di categoria si allungano sempre più (in italia ci sono migliaia di giornalisti iscritti fra professionisti e pubblicisti), nelle redazioni scompaiono proprio loro, i giornalisti d'inchiesta, quelli che mi piace chiamare cronisti, perchè hanno il compito preciso di raccontare la cronaca di quanto accade o è accaduto, la sostanza dei fatti, perchè sono i fatti che si portano dietro opinioni, commenti e riflessioni.
Giornali, televisioni e radio sono colmi di informazione basata sul commento a un fatto. Esaurita frettolosamente la fase descrittiva della notizia (brutta o bella che sia) gran parte dello spazio viene dedicato alle ipotesi, all'interpretazione dei fatti, alle polemiche e agli scontri fra commentatori (uomini politici, esperti, giornalisti, casalinghe, disoccupati, studenti, ecc.) in "salotti" televisivi e non di ogni genere.
I pochi veri cronisti rimasti hanno vita durissima: vengono isolati in trasmissioni di nicchia (vedi un esempio su tutti "Report") o in contenitori pseudo leggeri di satira e intrattenimento (Striscia la notizia, Le Iene), additati talvolta come rompi scatole, polemici, pericolosi. Di alcuni di loro, nella storia del giornalismo italiano degli ultimi anni, si sono perse le tracce, si dedicano ad altre attività, lontani dalla ribalta. Altri sono stati purtroppo eliminati fisicamente...

Tutta questa lunga premessa - spero non noiosa - per riaffermare che cronisti si diventa per scelta, consapevole e meditata. Ecco perché è bene evitare di fare il "cronista fai da te", perché in qualsiasi modo si voglia fare questo mestiere occorre conoscerne le regole, gli strumenti, gli elementi base, l'esperienza dei maestri per evitare il più possibile errori, un rischio che qualsiasi giornalista, bravo o scarso che sia, può sempre correre durante la sua carriera. E quando accade ha il dovere morale di porvi sempre rimedio.

In questa "cassetta degli attrezzi" che nulla vuole togliere al ruolo importante delle scuole di giornalismo o delle utilissime esperienze sul campo fatte all'interno delle redazioni giornalistiche, verranno forniti volta per volta gli strumenti utili - talvolta imprescindibili - per avere un approccio corretto con questo mestiere.

Dimenticavo: nella lista degli ingredienti di un buon cronista, dando per scontata l'onestà intellettuale, vanno sicuramente aggiunte umiltà e capacità di ascoltare il prossimo, elementi che dovrebbero essere sempre presenti in qualsiasi professione e in qualsiasi "ricetta di vita". (alessandro zangara)

az



ultima modifica
up - vai a inizio pagina
04-12-2008
Comune di Ferrara Comune di Ferrara - Ass.to alle Politiche per i Giovani U.O. A.GIO AdolescentiGIOvani Portale del Comune di Ferrara
Copyright 2002 Comune di Ferrara - tutti i diritti riservati.
La duplicazione parziale o totale dei contenuti di questo sito è possibile
ma vincolata a determinate specifiche di licenza definite dalla redazione