LIVE \ Sonic Youth + Fantomas

dissonanze noise da Piazza Castello

di Ilaria Battistella
home OA > Musica > Live > Sonic Youth + Fantomas

Fantomas gruppo

Lunedì 27 giugno. Sonic Youth live in Ferrara, Piazza Castello. Al pensiero sembra quasi surreale.
Ad aprire il concerto le schizofrenie sonore dei Fantomas, progetto di Mike Patton, indimenticabile leader dei Faith No More.
I Fantomas iniziano a suonare in perfetto orario, quasi ansiosi di incontrare il loro pubblico di fedelissimi. Patton si muove sul palco come un direttore d'orchestra schizoide, è lui la mente. Si scatena dietro al synth, canta, gorgheggia, urla e gestisce il gioco con il pubblico, che attentissimo sembra apprezzare particolarmente. Non si può parlare di musica vera e propria. I Fantomas creano spazi sonori, alternando ritmiche serrate e convulse a stacchi più melodici ed atmosferici. La voglia di sperimentare, di andare oltre, è il filo conduttore dell'intera esibizione. Patton usa la voce in modo impressionante e riesce a modularla in infinite differenti sfumature, passando da sfoghi di rabbia-rumore a melodie da brivido, purtroppo rare. Una piccola pausa, scherza con i fans, parla in italiano molto bene (avendo vissuto a Bologna per diverso tempo), la cosa mi fa sorridere.
Poi tutto rientra nel caos. Sul finire del concerto Patton regala al suo pubblico un piccolo divertissement, cantilenando una melodia sfumata di blues e caldi sospiri. Magnetico. Bastano questi pochi attimi perchè anche i più scettici si convincano di essere di fronte ad un fenomeno tanto raro quanto musicalmente inafferrabile.
Se Delirium Cordia è tutto ciò che può stare all'antitesi della definizione di "easy listening", presentare live un progetto del genere è davvero temerario. Se poi il pubblico dimostra chiaramente di apprezzare, allora vuol dire che qualcosa di geniale deve per forza aver fatto capolina nella mente di Patton.
Sonic Youth gruppoI Sonic Youth si fanno attendere abbastanza, ma credo se lo possono permettere in quanto "nonni dell'indie rock".
Appena entrano un boato. L'attenzione è tutta per la biondissima Kim Gordon, che per l'intera durata del concerto saltella e si divincola per il palco con addosso un vestitino inesistente.
La voglia di suonare è tanta, si avverte nell'aria, come il coinvolgimento del pubblico. Iniziano come tutti si sarebbero aspettati, rumorismo e melodia perfettamente calibrati. Loro sono i maestri, e sanno di esserlo. E si comportano come tali. Si alterano brani storici e nuovi, l'esibizione è un continuo crescendo. La musica è un flusso unico, instancabile, non esistono spazi vuoti. Ogni rumore si collega all'altro, le note giocano tra loro, le dissonanze sembrano scontrarsi inesorabilmente, ma poi, all'ultimo secondo si ricompattano in una melodia. Tutto si compone e si decompone, e si ricompone ancora.
Le voci dei chitarristi e quella di Kim si contendono la leadership sul palco. Tutto suona come fosse la prima volta, nonostante i vent'anni di concerti che il gruppo ha alle spalle.
In Teenage Riot la voce della Gordon è ancora sporca, sofferente, a tratti languida, come le sue movenze. Le parole si disperdono nell'aria, rabbiose e ciniche, ma il più delle volte sono solo sussurri acerbi e desolati.
I Sonic Youth suonano così, un po' ipnotizzatori, un po' ipnotizzati dalla loro stessa musica. Il pubblico apprezza, si fa sentire, ma soprattutto segue attento, perchè sa che questo gruppo ha ancora molto da insegnare. Kim Gordon
Lo sfogo rumoristico finale, con tanto di metro usato come frusta contro le corde delle chitarre e campanelline a grappolo, è la degna conclusione di un concerto come quello di ieri sera. Thurston Moore si lancia per terra e inizia a malmenare chitarra e pedaliera, Kim fa volteggiare il basso sopra di lei in una sorta di estasi mistica post musicale, gli amplificatori stridono. Quando Lee Ranaldo fracassa per terra le campanelline capisco che il rituale è davvero giunto a conclusione. I maestri hanno parlato.

19-04-2011 - visite: 9752

Condividi questa pagina:

Newsletter:addio CartaGiovaniProtagonisti.Benvenuta youngERcard!
di

Leggi l'articolo

Sapere e Fare 7
di redazione

Leggi l'articolo

Newsletter: Cosplay Party ad Area Giovani
di

Leggi l'articolo

Newsletter: nuovo Occhiaperti.net
di Newsletter

Leggi l'articolo

Incontri sulla Costituzione
di Comunicato Stampa

sala del Consiglio comunale a cura dei costituzionalisti Veronesi e Bergonzini Leggi l'articolo

Luci della scrittura, le parole di Stefano Tassinari
di Comunicato Stampa

tra giornalismo e narrativa Leggi l'articolo

Selezioni tirocini formativi: pubblicati i calendari
di Redazione

Leggi l'articolo

Valid CSS 2 Valid XHTML 1.0 Strict