RECENSIONI \ The Magic Numbers

Pop-Rock e Cori, tra USA e UK

di Arianna Cantoni
home oa > Musica > Recensioni > The Magic Numbers

”Due ragazzi e due ragazze hanno creato una band di 4 elementi le cui armonie a tre parti vi faranno andare fuori di testa nel 2005. NME

albumEccoli al loro primo album, The Magic Numbers, ennesimi “pupilli” della rivista musicale britannica NME. Successo in Inghilterra e debutto su etichetta inglese, ma la metà del gruppo è americana. Due uomini, due donne; due sound (UK e USA) mescolati insieme, a cavallo tra 60s e 70s.


La parte americana della band è composta da Romeo Stodart (chitarra e voce, banjo, piano, autore delle canzoni) e dalla sorella Michele (basso, tastiere, percussioni, vocals); la parte britannica, invece, da Sean Gannon alla batteria e dalla sorella Angela (vocals e percussioni).


Il primo singolo estratto, Forever Lost, è un bel brano pop-rock che presenta alcuni dei tratti essenziali dei Magic Numbers: basso ritmato, ritornello orecchiabile, cori e contrappunti vocali e soprattutto una naturale ed immediata leggerezza – da intendersi nella sua accezione più positiva. Nell’album prevalgono ballate – come Which Way To Happy, I See You, You See Me, Love’s a Game – alcune delle quali davvero piacevoli per le qualità vocali degli interpreti: in Try e Wheels On Fire le voci dialogano tra loro, su arpeggi di chitarra.

Per chi segue la lezione di un certo pop, non possono mancare un buon pianforte ritmato – nell’intro di Don’t Give Up The Fight – e l’aggiunta di qualche strumento particolare – il banjo in Mornings Eleven e il violino in This Love. Il sound è un po’ Southern Rock, un po’ Beach Boys, un po’ cantautorato americano, con influenze spaziano, ad esempio, dal rock “sporco” in The Mule al country in Long Legs.
I contributi migliori sono probabilmente Love Me Like You (belle frasi di basso trascinanti e bei cori) e Hymn For Her, canzone d’amore che si apre con arpeggi di chitarra acustica per poi crescere nel finale.

cartoonSenza cercare inutili giri di parole, ascoltare i Magic Numbers è piacevole: le loro melodie sono aperte e pulite, pop ma non troppo, ispirate e influenzate senza essere cloni.


Sito ufficiale: www.themagicnumbers.net


02-09-2011 - visite: 11555

Condividi questa pagina:

Newsletter:addio CartaGiovaniProtagonisti.Benvenuta youngERcard!
di

Leggi l'articolo

Sapere e Fare 7
di redazione

Leggi l'articolo

Newsletter: Cosplay Party ad Area Giovani
di

Leggi l'articolo

Newsletter: nuovo Occhiaperti.net
di Newsletter

Leggi l'articolo

Incontri sulla Costituzione
di Comunicato Stampa

sala del Consiglio comunale a cura dei costituzionalisti Veronesi e Bergonzini Leggi l'articolo

Luci della scrittura, le parole di Stefano Tassinari
di Comunicato Stampa

tra giornalismo e narrativa Leggi l'articolo

Selezioni tirocini formativi: pubblicati i calendari
di Redazione

Leggi l'articolo

Valid CSS 2 Valid XHTML 1.0 Strict