LIVE \ Corale Veneziani e Lillian Bouttè 7et, 22 Dicembre 2005

"Ogni Giorno è Natale"

di Arianna Cantoni
home OA > Musica > Live > Corale Veneziani e Lillian Bouttè 7et, 22 Dicembre 2005

corale venezianiDifficile pensare ad un modo migliore per entrare nell’atmosfera più spirituale del Natale. Come ogni anno, la Corale Veneziani propone un repertorio classico di Canti di Natale – Noel, Adeste Fideles, Bianco Natale, Hallelujah di Handel - ma a differenza degli anni passati, per il 2005 si è avuta l’opportunità di unire due tradizioni cattoliche: quella Europea e quella Americana. Ospite della serata – tenutasi nella Chiesa di San Domenico a partire dalle 21.30 – è stato il Lillian Bouttè 7et, direttamente da New Orleans.

LillianSi trattava dell’ultimo concerto della manifestazione “SOS New Orleans Jazz Heritage – Un Po di Mississippi” – svoltosi in città dal 18 al 22 Dicembre e finalizzato alla raccolta fondi per i musicisti di New Orleans – e non poteva che essere affidato a Lillian Bouttè, Ambasciatrice dei Musicisti di New Orleans nel Mondo, grande interprete e donna straordinaria.

A dare il via alla serata – dopo le parole di Alessandro Mistri, responsabile della manifestazione per conto del Jazz Club di Ferrara – è stata la lettura di un brano, ispirato al Vangelo, da parte dell’attore Alberto Rossetti. A seguire, i Canti di Natale della Corale Veneziani e il Lillian Bouttè 7et.

Nella Chiesa, gremita, hanno riecheggiato le splendide voci di Lillian, della figlia Tanya e di Burnell Bemiss, accompagnati dal contrabbasso di Mark Brooks, dal sax tenore di Thomas L’Etienne, dal pianoforte di Phil Parnell e dalla batteria di Dave Bryant. Il repertorio di brani gospel – tra cui I Believe, In The Garden, Can’t Nobody Do Me Like Jesus, Swing Low Sweet Chariot – ha immediatamente coinvolto il pubblico che non ha smesso di battere le mani a tempo di musica.
Prima di iniziare, Lillian ha voluto ringraziare Dio intonando un Our Father (Padre Nostro) rivolta verso l’altare con le braccia aperte, e alla fine ha invitato la Corale Veneziani ad improvvisare cori assieme alla sua band.

LillianTra un brano e l’altro, Lillian si è rivolta al pubblico dicendo, tra le altre cose, che sarebbe bello riuscire a pensare che ogni giorno è Natale, ogni giorno è il nostro compleanno, se ogni mattina ci svegliamo e abbiamo il dono di vivere un nuovo giorno.
Parole sentite e profonde su cui riflettere, pensando che provengono da una persona che stava per tornare nella propria città natale per la prima volta dopo la distruzione portata dall’uragano Katrina.

26-11-2007 - visite: 8702

Condividi questa pagina:

Newsletter:addio CartaGiovaniProtagonisti.Benvenuta youngERcard!
di

Leggi l'articolo

Sapere e Fare 7
di redazione

Leggi l'articolo

Newsletter: Cosplay Party ad Area Giovani
di

Leggi l'articolo

Newsletter: nuovo Occhiaperti.net
di Newsletter

Leggi l'articolo

Incontri sulla Costituzione
di Comunicato Stampa

sala del Consiglio comunale a cura dei costituzionalisti Veronesi e Bergonzini Leggi l'articolo

Luci della scrittura, le parole di Stefano Tassinari
di Comunicato Stampa

tra giornalismo e narrativa Leggi l'articolo

Selezioni tirocini formativi: pubblicati i calendari
di Redazione

Leggi l'articolo

Valid CSS 2 Valid XHTML 1.0 Strict