La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Chiaroscuro > Letteratura contemporanea: questa sconosciuta! > La Verità secondo Davide Bregola

Jun 18 2006

il nuovo romanzo di Davide Bregola

La Verità secondo Davide Bregola

di Matteo Musacci

la cultura enciclopedica dell'autodidatta

”Caro scrittore, hai il privilegio di essere ascoltato: allora non ingannarmi e non cercare di scandalizzarmi a tutti i costi per far colpo su di me. Siamo qui, ci sono io e ci sei tu. Cerchiamo di essere come siamo e di avvicinarci, cioè di stare nello stesso luogo. E lo scopo di questa scrittura e lettura? Comunicare con la persona amata. Trasmetterle il nostro amore”


Qual è l’obbiettivo di un giovane scrittore, passato alla ribalta grazie al successo del suo primo libro, una raccolta di racconti intitolata Sonata in bu minore per quattrocento scimmiotte urlanti, con una fidanzata di nome Maura che studia giurisprudenza fuori corso da tre anni?
Scrivere un romanzo sulla Verità, questo è ciò che Giovanni Costa, l’eclettico protagonista del nuovo romanzo di Davide Bregola, La cultura enciclopedica dell’autodidatta (Sironi Editore, 236 pagine, € 14,50), si pone di fare.
Un romanzo che vede la nascita di un nuovo genere letterario inventato da Bregola stesso, denominato autofiction, in bilico tra l’autobiografia e la fiction, che ritorna in libreria dopo il grande e meritato successo di pubblico e critica del suo primo libro, la raccolta Racconti Felici
Attraverso diverse “diapositive letterarie”, stralci di vita di Giovanni Costa scritti in prima persona e appunti sulla “Verità” che sembrano usciti da una Moleskine, viviamo i piccoli drammi e le situazioni paradossali del protagonista: dal misterioso Uomo1 che farebbe di tutto per fotografargli il pene, alla suocera Lucia che lo fa dannare, alla disperata ricerca insieme alla madre del cane Tommi, alla crisi coniugale con la compagna Maura, al precariato lavorativo, alle conferenze scolastiche, il tutto, farcito con un sapientissimo humour che coinvolge il lettore dalla prima all’ultima pagina.
Un romanzo nato, come dice l’autore stesso in una nota al termine del libro, dopo la pubblicazione in rete di alcuni passi su vari blog, che avevano suscitato nei lettori un sensazione di sfogo autobiografico. Proprio da questa esperienza nasce il genere riuscitissimo dell’autofiction e il blog stesso di Davide Bregola, all’indirizzo www.vibrissebollettino.net/davidebregola, dove è possibile scaricare gratuitamente i paralipomeni a La cultura enciclopedica dell’autodidatta, intitolati Il grande romanzo italiano del XXI secolo, ovvero una serie di interviste a scrittori contemporanei su come dovrebbe essere oggi il romanzo.
Il romanzo di Bregola è comunque degno di un’attenta lettura, poiché ci narra cosa c’è “dietro” il libro, demitizzando l’aura che aleggia intorno agli scrittori, riportandoli nel quotidiano, che è fatto dalle difficoltà che tutti, volenti o nolenti, nella vita incontriamo, ma soprattutto, ci narra le sfide quotidiane di chi oggi vive nel mondo della cultura e che si pone il difficile obbiettivo di scrivere un romanzo sulla “Verità”.
Qual è la “Verità” secondo Giovanni Costa? Correte in libreria e lo scoprirete.

Scritto da: Matteo Musacci

Data: 18-06-2006

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 7020 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli