RECENSIONI \ Biagio Antonacci

9 Nov 2001

di I.
home oa > Musica > Recensioni > Biagio Antonacci

testo alternativo


E' uscito proprio il 9 Nov 2001, giorno del suo compleanno, l'ottavo cd di Biagio Antonacci.

Ci sono undici tracce inedite, oltre alla riproposta Ti ricordi perché. E ancora una volta Biagio non ci ha stupito, sono tutte canzoni d'amore. Innovativa, invece, la musicalità.

Molto decisa, e vagamente rock su alcune canzoni. Come Angela. Un urlo di protesta, verso chi non è normale come noi. Chi sceglie di camminare a piedi nudi in mezzo alla gente, a chi grida in faccia la verità. A chi viene preso per pazzo, solo perché è diffidente verso la società. Ma chi è davvero normale?

Un'amore contorto, in Come se fossi un 'isola. C'è la parte del terzo incomodo. L'altro. Quello che si accontenta delle briciole. Quello sempre presente, ma costretto a nascondersi. A diventare una sorta di isola felice. piena di metafore, ma davvero concreta. Chi non si è mai sentito di troppo, offrendo tutto il possibile per fare felice la persona che ama? "e poi pensare in fretta al nuovo giorno per vedersi, e darsi pace solo quando arriverà" è l'amore assoluto che domina la canzone.

Realista, nel chiedersi "Che differenza c'è tra amare e farsi male". La sofferenza che si prova ad amare una persona lontana, magari che ci aha abbandonato.

Sempre amore, anche in Volevo solo dirti che. Un amore disposto a tutto, verso una persona che cerca cose sicure, ma che l'altro purtroppo non riesce ad offrire, e che si accanisce per arrivare comunque al suo cuore.

Anche quando si è stati traditi, si lascia sempre uno spiraglio. Se tornerai, sommessamente piange il dolore, per l'abbandono. Niente è servito a farla restare. E niente, le fa sentire il vuoto lasciato nell'anima. Nonostante tutto "lascio sempre la mia chiave fuori, così se tu arrivassi anche di notte entrerai...aspetterò nel mezzo di un bel sogno quando mi sveglierò con il cuore sopra al tuo".

Fa sempre riflettere Antonacci. Le tematiche dell'amore sono varie, ma allo stesso tempo usurate dalla canzone italiana. Questa volta, è salito un gradino più in su, offrendo anche della bella musica.

E anche per i concerti, non si è risparmiato. Uno spettacolo di due ore intense, con le nuove canzoni, ma anche quelle che gli anni non sono riusciti a sbiadire. Carico, energico. Davvero da vedere dal vivo.

01-02-2006 - visite: 10673

Condividi questa pagina:

Newsletter:addio CartaGiovaniProtagonisti.Benvenuta youngERcard!
di

Leggi l'articolo

Sapere e Fare 7
di redazione

Leggi l'articolo

Newsletter: Cosplay Party ad Area Giovani
di

Leggi l'articolo

Newsletter: nuovo Occhiaperti.net
di Newsletter

Leggi l'articolo

Incontri sulla Costituzione
di Comunicato Stampa

sala del Consiglio comunale a cura dei costituzionalisti Veronesi e Bergonzini Leggi l'articolo

Luci della scrittura, le parole di Stefano Tassinari
di Comunicato Stampa

tra giornalismo e narrativa Leggi l'articolo

Selezioni tirocini formativi: pubblicati i calendari
di Redazione

Leggi l'articolo

Valid CSS 2 Valid XHTML 1.0 Strict