sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Archivio Recensioni > Epic Movie
Epic Movie
Film epici, presi e distrutti
Regia: Jason Friedberg & Aaron Seltzer
Anno: 2007
Durata: 86’’

epic movieIntroduco così: di EPICO non c’è davvero nulla, e aggiungo che film del genere non dovrebbero proprio essere prodotti. Non sono assolutamente contro i film demenziali, anzi mi piacciono molto, ma per avere un senso bisogna che facciano davvero ridere! Invece questo ha fatto al massimo sorridere, e in pochissimi punti, la storia resta in piedi per miracolo, le battute non sono esilaranti, le uniche parti che possono risultare divertenti sono pestaggi o piccole disavventure, ma prosegue per inerzia fino alla fine, il che fa letteralmente soffrire sulla poltroncina, pensando ad un modo per far terminare il film il prima possibile, in modo da risultare meno doloroso alla vista.
Presentato nei cartelloni pubblicitari con un’immagine e un titolo simili ai più famosi “Scary Movie”, che portano a pensare ad un fratellastro, un film che ti faccia ridere di gusto per quell’oretta e mezza, anche perché gli sceneggiatori sono quelli: Jason Friedberg e Aaron Seltzer, che però sono passati dal soggetto e sceneggiatura della saga citata sopra (si vede che sono stati i fratelli Wayans a dare il contributo maggiore), alla sceneggiatura e regia del mediocre “Hot Movie”, ripetendosi poi con questo film.
Per riassumere con poche parole: quattro orfani presi da quattro film differenti (“Il Codice Da Vinci”, “X-Men”, “Snakes on a Plane” e “Super Nacho”), trovano i biglietti d’oro per poter visitare “La fabbrica di cioccolato”, ma incontrano un Willy Wonka che è una specie di maniaco sessuale e si rifugiano così, uno ad uno, nell’armadio che li condurrà nel regno di Gnarnia, in cui dovranno far fronte a diverse creature e diversi problemi per mano dalla perfida White Bitch (la mamma di Stiffler in “American Pie”). Ovviamente sono stati presi di mira molti altri film, e non solo, le uniche note positive sono i vari personaggi ben riprodotti, ma il risultato resta comunque pessimo, e anzi, fa quasi arrabbiare vedere smontare in quel modo certi bellissimi kolossal, per poi rimpiangere classici della commedia americana comico-demenziale come: “Hot Shots”, “Una pallottola spuntata”, "Animal House, "Clerks, “Austin Powers”, oltre ai già citati “American Pie” ed i cinque capitoli di “Scary Movie”.

Massimiliano Uccellatori
visite: 12502

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css