sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Archivio Recensioni > Across The Universe
Across The Universe
Le canzoni dei Beatles prendono vita
Di Julie Taymor
locandinaAcross The Universe, più che un film, è una trasposizione su pellicola dell’immaginario generato dalle canzoni dei Beatles.
La storia è quella di due ragazzi che si innamorano nell’America libera e contraddittoria degli anni ’60, con le manifestazioni contro la guerra in Vietnam, gli episodi di razzismo violento, la rivoluzione dei costumi e della sessualità.

Jude (Jim Sturgess) è un operaio portuale di Liverpool che parte per gli Stati Uniti alla ricerca del padre che non ha mai conosciuto. Qui incontra Max (Joe Anderson), giovane di buona famiglia che decide però di lasciare il college e tentare la fortuna a New York. Lucy (Evan Rachel Wood) è sua sorella, che, dopo aver ricevuto la notizia della morte del suo ragazzo in Vietnam, raggiunge il fratello.

I riferimenti al “mito” beatlesiano, per chi si vuole divertire a scovarli, sono ovviamente assai numerosi. Si va dai nomi “omaggiati” - oltre a quelli dei protagonisti, Prudence, Sadie, Jo-Jo, Rita – al concerto su un tetto, a personaggi di canzoni che prendono vita, come il Mr.Kite di Eddie Izzard (istrionico attore-autore inglese) e il baffuto e psichedelico Doctor Robert di Bono Vox.
Mr.KiteLa fotografia è ricca di contrasti e di colori saturi, l’atmosfera è quasi da videoclip – sebbene il montaggio non sia così serrato, lasciando spazio a sovrapposizioni di immagini e di animazioni digitali. Superando gli stilemi del musical classico, le coreografie di Daniel Ezralow cercano sempre di far muovere i personaggi in maniera naturale al suono della musica, di rendere i loro gesti spontaneamente ritmici.

JudeGli arrangiamenti delle canzoni, infine, sono una scommessa riuscita: i personaggi cantano i loro sentimenti servendosi delle parole dei brani di Lennon/McCartney, incorporandoli e riattualizzandoli, pur mantenendone il feeling originario – così come voluto da Julie Taymor, che ha scelto (tra tutto il repertorio) 33 brani “che raccontassero bene la storia di una generazione e di un’epoca”. Alle parole è stato associato un immaginario mutuato da quello beatlesiano, ma reinterpretato. Emblematico è l’esempio di Strawberry Fields Forever, che accompagna il dramma dei caduti in Vietnam, mentre Jude infilza su di una tela bianca delle fragole che “sanguinano” il loro succo rosso.

Across The Universe è da premiare proprio per il coraggio col quale tenta di dare una rappresentazione visiva, corporea e cromatica al mondo di suoni, emozioni e memorie che le canzoni di John, Paul, George & Ringo hanno creato.

Across The Universe (id. 2007)
Regia: Julie Taymor
Cast: Evan Rachel Wood, Jim Sturgess, Joe Anderson, Dana Fuchs, Martin Luther McCoy
Produzione: USA
Durata: 131 min.

Uscita: 23 novembre 2007

Arianna Cantoni
visite: 11841

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css