sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Archivio Recensioni > Come d’incanto
Come d’incanto
Piacevole favola natalizia della Disney
Dal cartone animato alla realtà
LocandinaGiselle è una deliziosa fanciulla che vive in una casetta nel bosco e, in attesa del Principe Azzurro, trascorre le sue giornate cantando beatamente circondata da tanti graziosi animaletti. Quand’ecco che, mentre vaga alla ricerca di Troll, il Principe Edward incontra Giselle e tra i due è amore a prima vista e le nozze vengono preparate in men che non si dica. Ma la perfida matrigna di Edward non vuole che il figliastro si sposi e diventi, assieme alla futura moglie, il nuovo sovrano. Con un inganno, la matrigna manda Giselle in un posto in cui nessuno vive “per sempre felice e contento”…New York City.

E così, da principessa a cartoni animati, Giselle si ritrova ad avere un corpo di carne e ossa e, soprattutto, a fare i conti col mondo reale. Incontrerà un avvocato e sua figlia che cercheranno di aiutarla, in attesa che Edward giunga per salvarla.

L’idea di base funziona, e può contare su una serie di spunti divertenti tratti dall’evidente incongruenza tra i personaggi delle fiabe e il mondo reale.

Patrick DempseySusan Sarandon è una strega gotica coi fiocchi, e James Marsden (il Cyclops della trilogia X-Men) è un Principe Azzurro piacevolmente sopra le righe, così come Amy Adams, davvero molto brava nell’inventarsi caratterizzazione di una principessa che riassuma su di sé un po’ tutte le principesse disneyane - ma anche la Julie Andrews di Tutti insieme appassionatamente, perché in Come d’incanto Giselle cuce da sé i propri abiti servendosi delle tende di casa di Robert, l’avvocato newyorkese. Ed è proprio Patrick Dempsey, che lo interpreta, quello a suscitare meno emozioni: non è infatti molto dissimile da Derek Shepherd, il personaggio di Grey’s Anatomy (lì noto come “Dottor Stranamore” o “McDreamy”, nella versione originale) che lo ha reso un sex symbol televisivo.
Giselle e Edward

Benché il film si presenti come favola classica per i più piccoli, con tutti i clichè del caso, non mancano ammiccamenti ai più grandi: forse un po’ in ritardo rispetto al trend dell’animazione contemporanea, anche la Disney intuisce che la strada verso il futuro richiede che, accanto ai consueti buoni sentimenti, vi sia anche una certa dose di (auto)ironia.



Come d’incanto (Enchanted, USA 2007)
Regia: Kevin Lima
Sceneggiatura: Bill Kelly
Cast: Amy Adams, Patrick Dempsey, James Marsden, Timothy Spall, Susan Sarandon
Musiche: Alan Menken, Stephen Schwartz
Durata: 107’


Arianna Cantoni
visite: 11935

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css