sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Archivio Recensioni > Aliens vs Predator 2
Aliens vs Predator 2
Questa volta lo scontro avviene sulla terra…
Regia dei fratelli Strause
LocandinaLa locandina italiana del film recita ammiccante “sulla terra tutti potranno sentirti urlare”. Verissimo, in teoria. L’astronave dei predators precipita in fiamme e si schianta in un bosco del Colorado ma gli unici ad accorgersene sono padre e figlio a caccia nel bosco. Gli aliens e il predator – perché ne è stato mandato uno solo, dalla nave base, a fare piazza pulita degli alieni – escono fuori dalle fognature spaccando l’asfalto, e nessuno se ne accorge. È notte, è vero, ma possibile che nessuno veda o senta?

Ma facciamo un passo indietro, e lasciamo perdere quelle che potrebbero sembrare sottigliezze inutili. Questo film lo si va a vedere per i combattimenti, non certo per la raffinata sceneggiatura – anche se a volte si ha l’impressione che i dialoghi siano stati scritti mettendo frasi fatte qua e là. I combattimenti, dicevamo. Il vero fulcro del film è la creatura nata dall’incrocio tra le due razze, il Predalien: peccato che nella maggior parte dei casi lo si (intra)veda al buio, nelle fogne, sotto la pioggia battente. Gli scontri tra il predatore e gli alieni sono confusi, troppo rapidi nelle inquadrature. Un po’ di grandguignolesca soddisfazione si riceve quando le spietate creature (è pur vero che il predator caccia gli aliens, ma non dimentichiamo che non lo fa certo per simpatia nei confronti degli esseri umani, e per ricordarcelo, scuoia vivo un ignaro poliziotto nel bosco) uccidono gli uomini nelle maniere più disparate. Ma dopo un po’ i morti non si contano più. Il gruppo di eroi improvvisati comprende una soldatessa (Reiko Aylesworth, già agente del CTU in 24), la di lei figlioletta, un ladruncolo dal cuore impavido (Steven Pasquale) e il fratello, timido adolescente innamorato.

Predalien e PredatorInsomma, abbiamo visto la quadrilogia di Alien, Predator 1 e 2, nonché Alien vs Predator, sappiamo tutto di queste creature, come cacciano, come si riproducono, come uccidono: cosa può dirci di nuovo questo AVP Requiem? Appunto. L’unica cosa che stupisce (sempre relativamente, s’intende) è il finale – che non vi sveleremo se mai non riusciste a resistere dall’andare al cinema. A detta dei registi, il film si colloca tra la saga di Predator e quella di Alien, e dunque “vi sono alcune sequenze che sveleranno ai fan di questi film il passaggio che ci fa arrivare ad Alien”. Dai creatori della Hydralux – società di produzione di effetti speciali che ha realizzato quelli per 300, Superman Returns, X-Men: conflitto finale – ci aspettavamo qualcosa di più. Forse abbiamo ancora in testa quel capolavoro che è Alien di Ridley Scott, ma il proliferare dei sequel inutili e fine a se stessi è un’epidemia che andrebbe fermata.



Aliens vs Predator 2 (AVPR: Aliens vs Predator – Requiem, Usa 2007)

Regia: Colin e Greg Strause
Soggetto: Shane Salerno
Cast: Steven Pasquale, Reiko Aylesworth, John Ortiz, Johnny Lewis, Ariel Gade, Kristen Hager
Musiche: Brian Tyler
Durata: 86'

Uscita: 25 gennaio 2008



Arianna Cantoni
visite: 12419

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css