sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Varie&eventuali > Il trasloco dei Simpson
Il trasloco dei Simpson
Voglia di leggerezza nel post-prandiale televisivo
Homer è seduto sulla poltrona, nel suo totale relax: birra, cibo, e tenuta da casa Lo so che magari è fuori luogo, ora come ora.
So anche che non è la cosa che più salta agli occhi della programmazione televisiva, in questo periodo.
Però, mi piacerebbe esulare dalle facce color vitel tonnè (vedasi le descrizioni di Stefano Benni in Bar Sport 2000), dai completi blu, dalle cravatte scure a pois, e dai salotti televisivi.
L’invasione di politica televisiva che la recente crisi ha facilitato la vorrei tenere distante per un attimo- scordarmene se possibile-, non per disinteresse quanto piuttosto per preservare il mio equilibrio critico, troppo lontano dalle urla da stadio e da esternazioni uterine.
Quindi, vorrei portare alla vostra attenzione quello che per me è stato un colpo basso, veramente basso.
Ora, prima che abbiate il tempo di aspettarvi qualcosa di sensazionale, vi avverto che me ne sono accorta con un tremendo ritardo causa lezioni in orario mangereccio; vi anticipo anche che non è nulla di che.
Però,
perché ci hanno tolto i Simpson alle due e mezza? Perchè ci hanno tolto la sicurezza di un abbiocco intelligente? Perché?
Insomma, non voglio credere che si siano giocati la carta dei gialli per garantire un buon traino a StudioAperto; dài, chi guarda i Simpson difficilmente si perderà nella deriva gossipara della testata di Italia1. O perlomeno, lo spero.
E Futurama? Sistemata proprio dietro le vicende di Springfield, ci fa scivolare dal futuro alla realtà in soli venti minuti.
Non ci è lasciato il tempo di digerire gli intrecci fittizi che subito- relativamente, considerati i doverosi cinque minuti di consigli per gli acquisti- ci sciorinano da dietro lo schermo gli intrecci reali, voi riuscite a distinguerli?
In poche parole, hanno spostato i Simpson da un orario di lieta leggerezza ad uno ad uso e consumo delle vicende nazionalpopolari.
Beh, che dire di più?
Speriamo solo che prima o poi i Simpson vengano restituiti alla loro fascia naturale.
E con questo intendo in post-prandiale, che nessuno si sogni di spostarli, per dire, di notte.
Do’h.
Elena Mattioli
visite: 17574

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css