La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > stile libero > Archivio 2008 > Adolescenti e sessualità nella provincia di Ferrara

Feb 03 2008

Adolescenti e sessualità nella provincia di Ferrara

di Lisa Viola Rossi

Una ricerca dell'Osservatorio Adolescenti

Sabina Tassinari"Adolescenti e sessualità nella provincia di Ferrara" è il titolo ed il tema della ricerca promossa dall'Assessorato Politiche per i Giovani del Comune di Ferrara e dalla Provincia di Ferrara, e realizzata dalla Dr.ssa Sabina Tassinari e dalla Dr.ssa Marcella Marani dell'Osservatorio Adolescenti del Comune di Ferrara in collaborazione con Promeco e gli Spazi Giovani dei distretti sanitari sud-est, ovest e centro-nord.

La curatrice della ricerca, la Dr.ssa Sabina Tassinari, ha innanzitutto sottolineato la "fondamentale collaborazione con la Pediatria di Comunità dell'Azienda Ausl di Ferrara, che ci permette già da quattro anni, per quattro diverse ricerche - ha precisato la Dr.ssa Tassinari - di incontrare i ragazzi e i genitori, in occasione dell'ultima vaccinazione obbligatoria, che avviene tra febbraio e maggio. Questa opportunità - ha continuato la Dr.ssa Tassinari - ci permette di utilizzare una modalità di indagine veramente innovativa.".

Infatti, la Dr.ssa Tassinari ci spiega che i ragazzi chiamati alla vaccinazione hanno tutti un'età perfetta per una analisi sull'età adolescenziale: i 15 anni. Tassinari ci spiega che la letteratura specifica la ritiene un'età significativa per monitorare il passaggio dall'età infantile a quella adolescenziale. Inoltre, "il grado di attendibilità delle risposte - afferma la sociologa - risulta molto alto, grazie alle condizioni in cui il questionario era proposto: infatti, non solo era anonimo, ma era compilato individualmente e spontaneamente da tutti i quindicenni di Ferrara e dei distretti sud-est, centro-nord e ovest della provincia: 124 ragazzi e 133 ragazze. Ma c'era anche un altro questionario che era contemporaneamente sottoposto ai genitori: 180 mamme e 55 papà. Non solo per distrarli da quello dei figli, ma anche per trarre qualche conclusione sul collegamento tra educazione e comunicazione intrafamiliare e atteggiamenti dei ragazzi.

Le fonti che fornivano i dati da cui è partita l'analisi, spiega Tassinari, erano tre: l'Istituto di Sanità, che sottolineava l'età sempre più anticipata del primo rapporto sessuale, l'ignoranza relativa all'uso dei contraccettivi e l'occasionalità dei rapporti. La seconda fonte era la rassegna stampa, che segnala una crescente pornografia "casalinga" via sms e una prostituzione a partire dalle Scuole Medie Inferiori. L'osservazione partecipata degli operatori dava la conferma dei dati delle prime due fonti.

"Questa ricerca - ha dichiarato la Dr.ssa Tassinari - è stata quindi pensata come momento di verifica a livello locale dei dati che ci giungevano da livello nazionale. Precisamente - ha specificato la sociologa - ci siamo chiesti cosa sapevano i quindicenni sul sesso, e abbiamo voluto indagare su quali siano i loro atteggiamenti, comportamenti, fonti di informazione su questo tema. Attraverso il questionario sottoposto ai genitori, abbiamo invece indagato se e come il tema del sesso è affrontato in famiglia, e abbiamo chiesto varie opinioni in merito all'educazione sessuale.".

Il quadro che ne è emerso, non è tanto andato a verificare le ipotesi iniziali, quanto più è andato a incrementare i dati che erano stati raccolti fino ad allora. "La cosa che più mi ha lasciato stupita - ha detto con amarezza la Dr.ssa Tassinari - è stata la difficoltà di elaborare il questionario stesso: ci sono state grandi resistenze da parte degli stessi operatori. Non ci devono allora meravigliare - ha concluso Sabina Tassinari - le criticità presenti negli adolescenti, se i messaggi trasmessi dagli adulti sono caratterizzati da molti tabù.".

Un altro risultato che la sociologa dell'Osservatorio Adolescenti ha sottolineato, è l'assenza di differenze di atteggiamenti tra maschi e femmine, mentre parecchie sono le difformità tra i giovani dei vari distretti. "Il 30% dei giovani del distretto sud-est ha già avuto un rapporto sessuale, conosce i contraccettivi, non ha molti tabù e ha un rapporto aperto con la famiglia, la scuola e gli amici. In linea con i dati nazionali, a Ferrara e in generale nel distretto centro-nord solo il 20% dei giovani ha già avuto il primo rapporto sessuale, ma sono individualisti e i mass media sono prevalentemente la loro fonte di informazione. Nel distretto ovest, scende al 10% la percentuale di ragazzi che ha vissuto la prima esperienza sessuale: hanno nel parroco la loro figura di riferimento ed è molto stretto il rapporto con la famiglia. Il sesso è un'esperienza che è sentita ancora lontana ed intriso di valori".
Insomma, "come sostiene Roberto Maurizio del Gruppo Abele - ricorda la sociologa - le differenze territoriali influenzano notevolmente le rappresentazioni concettuali e gli atteggiamenti dei giovani.".

"In generale - dice Sabina Tassinari - non ci aspettavamo la definizione di omosessualità come una condizione da disprezzare o da nascondere, e ci ha sorpresi - ha detto la sociologa - che la scoperta della sessualità sia associata a rapporti occasionali e non alla masturbazione, che è connotata da una sensazione di sgradevolezza. Inoltre - ha concluso la Dr.ssa Tassinari - è chiaro il perdurare di stereotipi di genere: tuttora la volgarità e l'aggressività sono associati ai maschi, mentre la delicatezza e la sottomissione sono ritenuti tipici delle femmine.".

Per quanto riguarda i risultati emersi dai questionari sottoposti ai genitori, l'80% si dice aperto alla discussione sul tema, ma questo dato non è comprovato dalle risposte date dai ragazzi. Inoltre, i genitori indicano come argomenti di discussione le malattie e i contraccettivi, mentre restano molti tabù, come la masturbazione, l'omosessualità e la verginità. In ogni caso, la gran parte dei genitori conosce gli Spazi Giovani ed è convinto della bontà dell'educazione sessuale svolta da esperti fin dalle scuole primarie.

"Sono molto soddisfatta - ha dichiarato la Dr.ssa Sabina Tassinari - di questo lavoro: non solo per quanto riguarda il superamento delle difficoltà nell'elaborazione del questionario e la realizzazione di una modalità così efficace di raccolta dati, ma anche per aver portato alla luce dei risultati importanti per pianificare politiche adeguate ai giovani dei diversi territori. Per esempio, lo Spazio Giovani di Ferrara dovrebbe divenire più tecnologico, mentre quello del distretto sud-est dovrebbe uscire dall'ambiente ambulatorio, entrare nelle scuole e, perchè no, potrebbe dotarsi di uno Sportello Genitori. Nel distretto ovest - ha infine concluso la Dr.ssa Tassinari - occorrerebbe invece coinvolgere i giovani direttamente negli oratori e nelle scuole.".

I risultati della ricerca saranno presentati e diffusi nelle zone sociali in cui è stata svolta la ricerca (ore 14:30-17):
12 febbraio: a Cento (sala Zarri - Palazzo del Governatore)
14 febbraio: a Ferrara (Palazzo Bonacossi);
28 febbraio: a Codigoro (sala Finessi - Residenza Municipale);
4 marzo: a Portomaggiore (Residenza Municipale).

Saranno inoltre condotti quattro laboratori formativi per insegnanti e operatori da due esperti di fama nazionale, il Prof. Francesco Caggio e dal Dott. Filippo Nicolini:
20 febbraio: a Ferrara (Biblioteca Bassani), ore 16:30-18:30; ore 21-23;
21 febbraio: a Cento (Fondazione Zanandrea), ore 21-23;
22 febbraio: a Cento (Fondazione Zanandrea), ore 8:30-17:30;
5 marzo: a Codigoro (Sala Finessi), ore 16:30-18:30; (Sala Sant'Eurosia), ore 21-23;
19 marzo: a Portomaggiore (Residenza Municipale), ore 16:30-18:30 e ore 21-23.

Sono in via di programmazione vari incontri con i genitori e nelle scuole.

Scritto da: Lisa Viola Rossi

Data: 03-02-2008

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 7588 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli