ARCHIVIO \ E' finito il 2002

cosa si è portato via...e cosa ci ha lasciato...

di Ilaria
home oa > Musica > Archivio > E' finito il 2002

Il 2002 è passato solo da un paio di giorni, e già sono state stilate classifiche di ogni genere.
E' stato un buon anno per le produzioni musicali, se ne sono viste e sentite di tutti i colori.
Due pietre miliari del rock, ci hanno regalato, - e in questo caso speriamo he il 2002 non se li porti via - due album davvero bellissimi: I Red Hot Chili Peppers e i Pearl Jam.
I primi, i RHCP, con By The way, non hanno scontentato i loro fan, anche se ne avranno acquisiti sicuramente qualcuno in più, non propriamente rochettaro. Sempre impegnati i testi delle loro canzoni, ma una musicalità diversa, a volte più sentimentale del passato.
I Pearl Jam con Riot Act, sono tornati in scena con il singolo I am mine, una canzone mistica, che evoca ricordi, con quella voce che sembra scavarti dentro...
Da me attesissimo, è stato il nuovo lavoro di Eminem, The Eminem Show, che mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca. Meglio, molto meglio gli album passati. Anche se con la compilation 8 Mile, che fa da colonna sonora al suo film, in uscita a breve anche da noi, si è riscattato un pò, se non altro per il singolo Lose yourself, incazzato sia nella musica che nelle parole.
Certo anche Cleaning out my closet era rabbioso come testo, bellissimo il video (come tutti quelli di Eminem), ma non sucitava trasporto con la musica.
Tant'è che ai Billboard Awards (i premi della più autorevole rivista musicale degli USA), si è visto portar via da sotto il naso tutti i riconoscimenti da un altro rapper, questa volta rigorosamente di colore: Nelly.
In Italia, molti lo conoscono per la solita smielata, e ritrita Dilemma, in duetto con Kelly Rowland, ex Destiny's Child, ma vi assicuro che Nelly è molto altro...e comunque negli States è sempre polemica aperta nei confronti di Eminem!
Vendutissimo in Italia, l'album di Daniele Silvestri, "unò-Duè". La canzone che aveva presentato a S. Remo, Salirò, è rimasta in programmazione alle radio per moltissimo tempo, fino alla nuova Il mio nemico. Silvestri presenta sempre testi molto impegnati, intelligenti e sarcastici. Si schiera politicamente, ma con tatto, senza imporsi. Davvero da non perdere il suo album.
Sempre in Italia, i Tiromancino con "per me è importante sono rimasti per molto tempo in testa alle classifiche. Semplici, con musiche non ricercate, ma con parole che rimangono impresse nella testa di chi li ascolta.
Anche Carmen Consoli rinnovata nel look, finalmente da signorina per bene, ha lanciato il suo nuovo disco L'eccezione. Rimane coerente con il suo stile-non stile, con quella voce che è riconoscibile tra mille.
Queste sono le cose, che spero ci seguano in questo nuovo anno, ma ora veniamo alle cose che speriamo ci abbandonino.
Che cattiveria!
Per prima cosa, spero che le T.A.T.U siano solo un fuoco di paglia. Non se ne può più della loro ostentata all'esasperazione, omosessualità. Non hanno una voce definita, visto che il campionatore lavora per loro. Le loro canzoni hanno un significato privo di una qualsiasi atrattiva.
Kylie Minogue, bellissima bambolina taglia nana, credo abbia fatto uscire tutto il "meglio" ( se meglio ci può essere) del suo disco. E per fortuna che non si candida a cantante impegnata. L'impegno ce lo mette, ed è lodevole, solo alla sua presenza scenica.
Le Las Ketchup, sembrano si siano raffreddate, lo spero, con l'arrivo dell'inverno.
Basta anche con Tiziano Ferro. Ha davvero una gran voce, il ragazzo, ma non sfrutta le sue potenzialità. Sempre con canzonette stupide, non alla sua altezza. E speriamo che non chieda perdono!
Un'altra delusione per me, sono stati i Subsonica, hce mi piacciono davvero tanto, ma il disco Amorematico, non ha saputo attirare l'attenzione. Ok, che sono quasi un gruppo per ascoltatori d'elite, ma non danno le stesse vibrazioni di Microchip Emozionale.
Ma si sa, i primi album sono sempre delle perle..
Ora si attende l'album di Madonna, che ci sta preparando con il singolo che fa da colonna sonora al nuovo 007: Die Another day. Mi trovo d'accordo con chi, ha sentenziato che questa canzone non ha molto a che dire con il film. Ineffetti è molto futuristica come musica, per il vecchio James Bond.
Aspettiamo, chissà cosa ci attende...





01-02-2006 - visite: 9819

Condividi questa pagina:

Newsletter:addio CartaGiovaniProtagonisti.Benvenuta youngERcard!
di

Leggi l'articolo

Sapere e Fare 7
di redazione

Leggi l'articolo

Newsletter: Cosplay Party ad Area Giovani
di

Leggi l'articolo

Newsletter: nuovo Occhiaperti.net
di Newsletter

Leggi l'articolo

Incontri sulla Costituzione
di Comunicato Stampa

sala del Consiglio comunale a cura dei costituzionalisti Veronesi e Bergonzini Leggi l'articolo

Luci della scrittura, le parole di Stefano Tassinari
di Comunicato Stampa

tra giornalismo e narrativa Leggi l'articolo

Selezioni tirocini formativi: pubblicati i calendari
di Redazione

Leggi l'articolo

Valid CSS 2 Valid XHTML 1.0 Strict