sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Archivio Recensioni > Il passato è una terra straniera
Il passato è una terra straniera
Giovani in viaggio sul lato oscuro della luna
Dal Festival Internazionale del Film di Roma
Bari, oggi. Giorgio, un ragazzo borghese con genitori borghesi e sogni di carriera borghesi, quasi al termine degli studi di giurisprudenza, fidanzato con una ragazza bionda e dolce, incontra a una festa Francesco, affascinante e spavaldo, e lo difende nel corso di una rissa. Istintivamente e istantaneamente si fidano l’uno dell’altro. Scoperta la comune passione per il poker, iniziano a giocare assieme. Barando. Giorgio sdoppia la sua vita, scoprendosi sempre più attratto da quella notturna, che percorre con curiosa euforia guidato dallo spregiudicato Francesco, tra gioco d’azzardo, soldi facili, droga e sesso, in un rapporto tanto profondo quanto ambiguo. Fino ai confini della propria volontà, che, paradossalmente imbrigliata dalla necessità di sentirsi affrancati, viene paralizzata, lasciando emergere il lato più oscuro di se stessi. Non solo liberi da, ma liberi di, e qui inizia la discesa senza freni.

Dall’omonimo romanzo di Gianrico Carofiglio (2004), Daniele Vicari sceglie di poggiare il suo sguardo sulla storia dei due ragazzi. La coppia di amici è interpretata con intensità e affiatamento da Elio Germano e Michele Riondino, che squarciano felicemente l’imperante mediocrità di gran parte delle storie di ragazzi che il nostro cinema negli ultimi anni racconta. Le discussioni coi genitori (Marco Baliani e Daniela Poggi), l’impetuoso rapporto fisico con l’amante (Chiara Caselli), le minacce fatte a chi ha perso a carte ma non paga e la violenza alla ragazza da poco conosciuta (Maria Juardo): è in scene come queste, recitate senza “recitare”, che Elio Germano porta in scena la feroce impetuosità della giovinezza che corre a briglia sciolta, nella convinzione che sia questa la strada migliore per scoprire e costruire la propria identità. Ma da schiavo dell’ideale borghese, Giorgio diventa paradossalmente schiavo della totale assenza di ideale, che azzera ogni inibizione ma che rischia di azzerare anche ogni umanità.


Il passato è una terra straniera (Italia, 2008)

Regia: Daniele Vicari

Cast: Elio Germano, Michele Riondino, Chiara Caselli, Valentina Lodovini, Marco Baliani, Daniela Poggi, Romina Carrisi, Maria Juardo


Nelle sale da venerdì 31 ottobre



Arianna Cantoni
visite: 10924

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css