sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Archivio Recensioni > Un matrimonio all'inglese
Un matrimonio all'inglese
Spassoso e intelligente ritorno della sophisticated comedy
Dal Festival Internazionale del Film di Roma
Può un australiano dirigere con successo un film che ha per protagonista un’americana contornata da inglesi? Se il regista in questione si chiama Stephan Elliott e se davanti alla sua macchina da presa ci sono Jessica Biel, Kristin Scott Thomas, Colin Firth e Ben Barnes, la risposta è decisamente sì. Un matrimonio all'inglese (Easy Virtue) è, in origine, una commedia scritta da Noel Coward nel 1924, portata per la prima volta sul grande schermo da un giovane Alfred Hitchcock, nel 1928.

Inghilterra, primi anni 30. John Whittaker (Ben Barnes), un giovanotto inglese, si innamora dell’americana Larita (Jessica Biel) e i due si sposano. Giunti nella dimora dei Whittaker, è immediatamente chiaro che la neo-suocera (Kristin Scott Thomas) non apprezza la scelta del figlio. Ma Larita non si fa scoraggiare e tiene testa alle ostilità della famiglia (oltre alla madre, le due sorelle di John), riscuotendo subito la simpatia degli altri outsider della casa, Mr. Whittaker (Colin Firth) e la servitù. Ma c’è una cosa che accomuna tutti, ed è il bisogno di essere amati. Ciascuno scoprirà di quale e quanto amore ha davvero bisogno.
La scrittura è vivace e ritmata, ma non si basa su battute salaci fini a se stesse: la commedia è retta da una profonda indagine dei personaggi, dei loro sentimenti, che evolveranno fino allo scioglimento finale. Efficaci le musiche, per volontà di Elliott mai extra diegetiche, e dunque spesso rischiose: si tratta di brani riadattati in modo tale da risultare à la Cole Porter (non manca nemmeno una versione thirties di Sex Bomb di Tom Jones). I toni della recitazione sono ben calibrati e Jessica Biel, dalla bellezza raffinata e solare, regge i tempi di un’attrice del livello di Kristin Scott Thomas. Colin Firth ha, come sempre, quel suo fascino un po’ dimesso e opaco, mentre Ben Barnes pare non abbia faticato a interpretare John Whittaker, poiché, almeno a quanto sostiene Elliott, gli sarebbe piuttosto simile…

Con Un matrimonio all'inglese si ride, si sorride, si empatizza: cosa chiedere di più a una commedia?

Titolo: Un matrimonio all'inglese (Easy Virtue UK, 2008, 95’)

Regia: Stephan Elliott

Cast: Jessica Biel, Kristin Scott Thomas, Ben Barnes, Colin Firth, Kris Marshall, Kimberly Nixon, Katherine Parkinson


Arianna Cantoni
visite: 11449

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css