sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Archivio Recensioni > Il bambino con il pigiama a righe
Il bambino con il pigiama a righe
Perché la Giornata della Memoria non sia solo il 27 gennaio
Il film di Mark Herman
LocandinaCi sono cose che non possono essere spiegate, e forse non andrebbero neppure rappresentate. Il dramma dell’Olocausto non è nuovo al grande schermo, ma il film tratto dal romanzo di John Boyne riesce a toccare nel profondo. In un’epoca di assuefazione alle immagini di morte, non è un risultato di scarsa importanza.

La storia è quella della famiglia di un ufficiale nazista che viene trasferito a vivere accanto a un campo di concentramento nel quale deve assicurarsi che la Soluzione Finale proceda senza intoppi. Il film poggia lo sguardo sul piccolo di casa, otto anni, pieno di curiosità e innocenza, che fa amicizia con un bambino ebreo, al di là di quel filo spinato elettrificato nel quale si è imbattuto durante una delle sue “esplorazioni” (proibite) attorno alla casa. Nessuno dei due (bravi e intensi i giovanissimi attori) capisce a fondo ciò che gli sta accadendo intorno. Il piccolo tedesco lo prende come un gioco, crede ai filmini di propaganda sulla bellezza dei campi di lavoro che il regime diffonde. Vorrebbe entrare anche a lui nel campo, essere come il suo amico, vuole avere anche lui un pigiama a righe.

Il finale esplode improvviso, durissimo, fisicamente insopportabile, fortemente allegorico: la crudeltà dell’uomo verso il proprio simile non può essere compresa. Può essere travestita da motivazioni razziali, economiche, religiose, ma la sostanza è che si tratta di una forza oscura e potente come un buco nero, che attira a sé ogni luce risucchiandola senza scampo.
E nessuno è più innocente.



Titolo: Il bambino con il pigiama a righe (The Boy in the Striped Pyjamas, Gb/Usa 2008)
regia: Mark Herman
sceneggiatura: Mark Herman
cast: Asa Butterfield, Zac Mattoon O'Brien, David Thewlis, Vera Farmiga, Rupert Friend, Richard Johnson, Sheila Hancock, Jim Norton

Arianna Cantoni
visite: 11628

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css