La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > stile libero > Ferrara crolla all’ultimo sotto le bombe di Hall e Mordente

Feb 08 2010

Ferrara crolla all’ultimo sotto le bombe di Hall e Mordente

di Davide Cavallari
Lisa Viola Rossi

Seconda giornata di ritorno del campionato della Lega Basket

Ford al tiroOcchiaperti entra al Palasegest per la seconda giornata di ritorno del campionato della Lega Basket: Carife Basket-Armani Jeans Milano si erano salutate al PalaLido con un tiepido 71-66, lo scorso 18 ottobre. Un distacco minimo, che non dava per scontata la vittoria del club milanese, allenato dal coach Piero Bucchi.

I bianconeri, reduci dalla sconfitta - un doloroso 71-69 - subita a Teramo, ma forti della doppia vittoria a Treviso e Biella, ha combattuto per trenta minuti una partita equilibrata (14-13, 29-29, 42-42, 56-66), grazie anche a fasi difensive forti, che arginavano gli attacchi avversari. Belle giocate da parte di entrambe le squadre, seguite da tremiladuecentosettanta spettatori: ma erano appena una ventina i tifosi della squadra avversaria.

L'incontro si apre con il solito "starting five" proposto dall'allenatore estense, Giorgio Valli: Grundy, Nnamaka, Jackson, Ford e Farabello, che sostituisce Spinelli. La risposta milanese è da nazionale: Mordente, Bulleri, Rocca, Mancinelli e Maciulis. Ma è Jackson il protagonista dei primi cinque minuti di gara: nove punti consecutivi (9-4).

Si pone fin da subito come una partita sostanzialmente combattuta alla pari per i primi tre tempi. Lo scarto nel punteggio giunge solo a metà dell'ultimo periodo: l'affondo della formazione ospite è al 36', con una tripla di Hall, che stacca di 6 punti la Carife. Grundy segna un canestro da 2 punti, ma la rimonta dei bianconeri nel momento più difficile della partita è immediatamente stoppata da una tripla di Mordente, che porta Milano al massimo vantaggio: + 9 a meno di due minuti dalla fine. Game over, non c'è speranza di riprendere in mano la partita. E nel frattempo vengono contestate alcune decisioni arbitrali da parte dei tifosi bianconeri.

Il risultato sono dieci desolanti punti di distacco, un 55-66 che fa male alla Carife Basket, che resta in penultima posizione con 8 punti, e promuovono Armani Jeans Milano dalla terza alla seconda posizione in campionato con 24 punti. I lombardi si confermano una squadra forte ed esperta, con 10/25 tiri da 3 punti (40%) e 6/6 ai liberi.

Grundy al tiroIntensa la strategia difensiva della Carife, ma attacco senza dubbio meno incisivo (4/22 tiri da 3 punti (18%) e 16 palle perse). Si spera possa definirsi nel migliore dei modi in occasione dello scontro di sabato prossimo a Cremona contro la Vanoli: la partita è tutta da giocare, in palio c'è la salvezza in Serie A.

I protagonisti. È indubbiamente Mike Hall, classe 1984, il gigante di Chicago (203 cm per 102 kg), il migliore giocatore del match (13 punti). Non solo ha permesso alla sua squadra di staccare gli avversari la prima volta a soli quattro minuti dalla fine, ma ha conquistato molti possessi, strappando rimbalzi (12) e rubando palloni (3), ottenendo buone percentuali al tiro (40% da 2 e 60% da 3) ed effettuando anche una stoppata.
Per i padroni di casa, fa ben sperare il recente ingresso dello scorso 14 gennaio, del ventottenne Sharrod Ford (206 cm per 110 kg), che totalizza 15 punti, colleziona 11 rimbalzi, firma 4 stoppate e recupera 4 palloni. Grande Luke Jackson che conta diciassette punti, il record dei bianconeri, seguito da Grundy (16). Fischi ovvi a Becirovic, ultimo acquisto dell’Armani, proprio mentre era ad un passo dall'ingresso nella Carife.

L'ingresso. Questa mattina il presidente del Basket Club Ferrara, Roberto Mascellani, ha firmato un contratto fino alla conclusione della stagione con il tedesco Sven Schultze (classe 1978). Il giocatore di Bamberg è un’ala di 2,08 per 110 kg. Nel corso di questa stagione ha giocato nelle fila dell’Angelico Biella - sconfitta dalla Carife lo scorso 24 gennaio (89-78) - sino alla tredicesima giornata di campionato, realizzando 7.1 punti in 20 minuti con il 43.1 da tre e 3.3 rimbalzi. Nel corso della sua carriera ha anche giocato nell'Armani Jeans dal 2005 al 2007. E' uno dei pilastri della nazionale tedesca dal 1999, con 123 presenze. Con la maglia della Germania ha giocato le Olimpiadi di Pechino del 2008, i Mondiali in Giappone del 2006, gli Europei del 2003, 2005 e 2009. Agli Europei del 2005 a Belgrado ha conquistato la medaglia d’argento.

Scritto da: Davide Cavallari
Lisa Viola Rossi

Data: 08-02-2010

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 13173 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli