La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > La Shoah in Italia di Simon Levis Sullam

Apr 20 2010

Oggi, martedì 20 aprile, ore 15.30

La Shoah in Italia di Simon Levis Sullam

di Comunicato stampa

Al Ridotto del teatro Comunale - Festa del libro ebraico di Ferrara


Alla Festa del libro ebraico di Ferrara un’anticipazione
della nuova opera che Utet dedica
ad un controverso capitolo della storia d’Italia del Novecento


Torino, 19 aprile 2010. Il dibattito coordinato da Simon Levis Sullam La Shoah in Italia: storia, rappresentazioni, eredità che si terrà martedì 20 aprile alle ore 15.30 presso il Ridotto del teatro Comunale nell’ambito della Festa del libro ebraico di Ferrara, sarà l’occasione per la casa editrice Utet, che ha sempre mostrato particolare attenzione alla Storia contemporanea e ai temi dei diritti umani, per presentare in anteprima nazionale la nuova grande opera Storia della Shoah in Italia, curata da Marcello Flores, Simon Levis Sullam, Marie-Anne Matard-Bonucci, Enzo Traverso.

Pensata come proseguimento dei cinque volumi della Storia della Shoah editi nel 2005-2006, quest’opera, che sarà in vendita presso le Agenzie Utet a partire da giugno 2010, ha l’obiettivo di analizzare la Shoah nel contesto italiano, evidenziando il coinvolgimento del nostro Paese nell’azione di sterminio degli ebrei e il percorso che l’Italia ha compiuto e sta compiendo per conservare e trasmettere la memoria dell’Olocausto.

In particolare, intende collocare stabilmente la Shoah e le persecuzioni degli ebrei italiani tra il 1938 e il 1945 nell’ambito di una più ampia crisi dell’Europa, che trova le sue più remote radici già negli ultimi decenni dell’Ottocento e culmina nei fascismi e nello sterminio degli ebrei durante il secondo conflitto mondiale.

I due volumi raccolgono i frutti di un’intensa stagione storiografica che, avviata su nuove basi dal 1988 (cinquantesimo anniversario delle «leggi razziali»), ha profondamente rinnovato le conoscenze e la consapevolezza attorno alla storia dell’antisemitismo, del razzismo e delle persecuzioni antiebraiche in Italia. Nell’ultimo decennio, la stessa società italiana e le sue istituzioni hanno voluto sottolineare una presa di coscienza delle vicende dell’Olocausto e del ruolo e del coinvolgimento dell’Italia, istituendo con una legge dello Stato italiano nel 2000 un giorno della memoria delle vittime delle persecuzioni del 1938-45 e di coloro che avevano offerto soccorso e protezione ai perseguitati.

L’atteggiamento sia della società sia degli storici è, quindi, profondamente cambiato rispetto a una lunga stagione di silenzi, di assoluzione delle coscienze, di negazione delle responsabilità italiane. Oggi le vicende italiane delle «leggi razziali» del 1938 e della persecuzione delle vite nel 1943-45 sono sempre più chiaramente conosciute e riconosciute. Inoltre, è stato ricostruito e si continua a ricostruire un ben più lungo percorso della storia dell’antisemitismo e del razzismo italiani che, ricollegandosi a più antiche tradizioni, affondano le loro radici almeno nella seconda metà del XIX secolo e che, se non costituiscono una diretta premessa alla svolta fascista del 1938, certamente non escludono in alcun modo l’Italia dalla storia dell’ostilità antiebraica, delle teorie razziste e del pregiudizio «razziale ».

La storia che si ripercorre in quest’opera va quindi allo stesso tempo oltre il fuoco cronologico specifico delle persecuzioni e si estende in chiave genealogica lunga attraverso l’Ottocento e il percorso di nation-building italiano da un lato, dall’altro si rivolge al dopo Olocausto, ai decenni dal dopoguerra fino a oggi, nei diversi ambiti della memoria, delle rappresentazioni e dei numerosi e onerosi lasciti delle vicende delle persecuzioni.

Per informazioni:
Paola Claudia Scioli
Responsabile Comunicazione Attività Editoriali e Ufficio Stampa
Utet S.p.A. - Lungo Dora Colletta, 67 - 10153 Torino (Italia) - www.utet.it
tel.+39 0321 424799 +39 011 2099397 - cell. +39 335 5725029
e-mail: paola.scioli@deagostini.it




Scritto da: Comunicato stampa

Data: 20-04-2010

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 8329 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli