La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Avanguardie Clandestine

May 05 2010

Avanguardie Clandestine

di Sara Draghi

Come sopravvivere all'inutilità

quadro di pomeriggio metropolitano bianco e nero



Avanguardie clandestine è una vetrina indipendente per artisti emergenti più o meno figlia della propria ambizione, che promuove e si autocompiace.

Avanguardia, originariamente, significava "prima della guardia" ovvero quel reparto militare che procedeva avanzato rispetto al resto delle truppe. Il termine si è metaforicamente evoluto passando ad indicare un atteggiamento intellettuale e artistico innovatore, di rottura col passato, audace, provocatorio.

Poi l’avanguardia si è "diffusa" e le righe sono state rotte.

Oltre l’Avanguardia e la Neoavanguardia c’è la Transavanguardia, e oltre quest’ultima c’è una crisi di originalità e i resoconti della morta annunciata dell’Arte. Questa attesa dell’estinzione del genere Arte è una sorta di sindrome compulsiva di un epoca feticista sub-abissata di informazioni ed immagini. Ma la creatività e la fantasia non possono venir uccise e perciò la fine dell’Arte non si può risolvere in una fine, ma in un nuovo inizio.
Allora bisogna reinventarsi per riuscire a sopravvivere.

L’avanguardia vive clandestinamente ai bordi della nostra consapevolezza e del nostro stupore, decentrata e senza guide, ma sempre e comunque onnipresente.




Immagine_Daniele Cestari, Città invisibile di mattino, tecnica mista su tela cm 120x150

Scritto da: Sara Draghi

Data: 05-05-2010

Condividi questa pagina:

Visite: 233469 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli