La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > Intervista- "Vietato vietare alle donne"

Jun 24 2010

Arte e femminilità nell'atelier di Elena Massari

Intervista- "Vietato vietare alle donne"

di Nicole Mistroni & doris cardinali

sabato 26 giugno 2010 dalle 16,30 alle 20,00

La baronessa non è futurista:
la baronessa è il futuro

Marcel Duchamp
elena-massari-affiche
Piacere, sono Elena Massari. Sono originaria di San Biagio di Argenta, e mi sono trasferita a Ferrara da qualche anno per motivi di lavoro. Prima di incominciare l’attività di stilista ero impiegata in una direzione assicurativa nella quale ho lavorato per quasi dieci anni; quindi nulla a che fare con il mondo della moda. A settembre del 2009, per cui non è nemmeno un anno che ho iniziato, ho inaugurato la mia attività con l’uscita della mia prima collezione, la "PE 2010”, che esporrò qui nell'atelier sabato 26 giugno.
Nel 2007, più che altro per curiosità e spinta dalla mia passione per lo stile degli anni ‘20, mi sono iscritta alla “Scuola di Moda e Sartoria di Lorella Chinaglia”, una scuola di modellistica. Fin dall’inizio questo hobby mi ha appassionata moltissimo. Ho così iniziato a studiare abbigliamento, a fare gli esercizi che imparavo a scuola, mettendoci del mio. In questo ambiente ho conosciuto casualmente una ragazza di Lugo che mi ha incoraggiata a esporre, nel suo negozio, le mie creazioni, frutto dell’esercizio della scuola; quando questa ragazza ha iniziato a esporle, si è riscontrato un certo successo locale da parte della gente che entrava nel negozio e apprezzava i miei modelli. Come punto di partenza è per me stato un grande aiuto, che in casi come questo serve, e mi ha spinto a creare la mia prima collezione, entrando ufficialmente nel mondo della moda.
Sono stata inoltre a settembre alla fiera “Who’s Next” di Parigi con la mia prima collezione, rigorosamente confezionata in Italia, e qualche negozio all’estero ha acquistato sia l’abbigliamento sia i cappelli, che ho fatto realizzare da una modista di Terni, con la quale ho intrapreso una collaborazione (cioè, io disegnavo le mie creazioni e lei le realizzava).
La collezione invernale 2010/2011 l’ho presentata al “White” di Milano. Per partecipare a eventi come questi ci sono delle selezioni; mi avevano selezionata anche per il “Rendez-vous” di Parigi, ma poi ho scelto Milano, per via delle mie creazioni che si basano sul presupposto del made in Italy, (fatta eccezione per una piccola percentuale di tessuti che ho preso dal Liberty di Londra). Il mio intento è di continuare, se non sempre partecipando alle grandi fiere come quelle di Milano e di Parigi, almeno prendere parte ad altri eventi più piccoli, ma non per questo meno importanti, dove sono io a vendere direttamente al pubblico le mie creazioni, come il “Young Designer Home” di Vicenza, e “By Hand” di Torino (in cui vengono selezionati in tutto 30 designer tra italiani e stranieri) a cui ho preso parte
Così, per passione e anche un po’ per caso, mi sono buttata in questa attività, affrontando con coraggio la scelta di abbandonare un lavoro sicuro che, però, non mi gratificava personalmente. Ho fatto questa scelta, e vedremo come va.
elena-massari
Com’è nato l’evento. Questo tipo di evento è nato nel momento in cui siamo entrati nella casa in cui ora vivo, già da tempo mi sarebbe piaciuto organizzare una sorta di atelier in casa e subito dal momento in cui sono entrata mi sono resa conto che l’ambiente si prestava al meglio. È nato così, d’istinto: durante gli eventi di cui ho parlato prima ho conosciuto due ragazze, Giulia Boccafogli e Giulia Epifani in arte La Zia Epi, due stiliste, la prima di gioielli e la seconda di abbigliamento sartoriale, e soprattutto due ragazze splendide con cui ho condiviso delle esperienze e che quindi ho pensato di coinvolgere.
Ho voluto invitarle anche perché facciamo cose diverse, e quindi possiamo creare un incontro tra più ambiti, in più ho deciso di allargare l’invito a Rossella Dimichina, la mia fotografa che lavora nel settore della moda e della quale allestirò una mostra fotografica, e a Chiara Zocchi, in arte NoClaire, scrittrice e cantautrice.
L’evento consisterà quindi nell’esposizione e vendita delle creazioni di Elena Massari, Giulia Boccafogli e la Zia Epi, nell’esposizione fotografica di Rossella Dimichina e poi sarà chiuso da una performance musicale di Chiara Zocchi e da una sua lettura, per concludere la serata in modo intimo e raccogliersi in una situazione di ascolto. Offriremo anche un buffet che sperando nel tempo allestiremo sul nostro terrazzo.
Chiaramente l’evento è nato anche per inaugurare il mio atelier, sarà un modo per far vedere chi sono e cosa faccio, poiché in qualità di stilista, il mio lavoro può consistere anche nel poter ricevere persone che mi commissionino abiti.

Da dove viene il titolo. Per quanto riguarda il titolo devo ringraziare una carissima amica che ho conosciuto a Torino durante il “By Hand” e che pur non conoscendomi bene all’epoca, mi ha consigliato un libro dicendo che era stato scritto per me: si chiama Sante gonne di René Steinke ed è la biografia romanzata della baronessa Elsa von Freytag-Loringhoven, di cui tra l’altro abbiamo inserito una poesia nell’invito. Il personaggio di questa donna, performer dadaista e poetessa, vissuta agli inizi del Novecento in mezzo personaggi molto importanti, come Duchamp o Man Ray, mi ha affascinato tantissimo: faceva cose come darsi lo smalto con i colori a olio, dipingendosi le unghie di blu, mettersi le graffette al posto delle spalline, oppure si attaccava un fanalino di coda ad una gamba, collegato a un congegno che si illuminasse per far vedere che lei era una donna in movimento o quando era in viaggio si applicava un francobollo sulla faccia; era una persona che andava oltre, una performer dell’arte in movimento.
Leggendo il libro si racconta come la baronessa girasse per le città e vedesse continuamente cartelli con su scritto “vietato l’ingesso alle donne”, “vietato fumare”, e una serie di divieti constanti contro i quali lei combatteva.
Questi continui divieti alle donne, mi hanno fatto arrivare proprio al titolo dell’evento, negandoli: da qui, “Vietato Vietare Alle Donne”, riflettendo anche su un periodo critico come questo in cui le leggi tendono a porre sempre più divieti.
Elsa
L’obiettivo finale dell’evento. L’obiettivo che ci siamo poste durante la lavorazione al progetto, sarebbe quello di avere le donne al centro. Un incontro al femminile per dare importanza alla donna nelle sue espressioni artistiche e creare un momento di aggregazione e di complicità tra esse, cosa che spesso è difficile da trovare; naturalmente sono invitati anche i ragazzi, è l’evento in sé che è collegato alla donna ma questo non cambia nulla.
Il “temporary shop at home” è un’iniziativa che si usa spesso all’estero, mentre è meno consueta in Italia, in cui la gente stando in una casa possa trovarsi a proprio agio in una dimensione domestica, e nello stesso tempo comprare qualcosa, ammirare abiti o fotografie.
Per ora si tratta di un esperimento da parte nostra, siamo anche molto emozionate essendo la prima volta e speriamo di non rimanere deluse. In seguito valuteremo: se avremo un certo riscontro, chissà, si potrebbe ripetere l’esperienza con la nuova collezione di questo inverno, magari a ridosso del Natale.


Si ringrazia Elena Massari per la disponibilità, e speriamo che accorriate numerosi all’evento “Vietato Vietare le donne” che avrà luogo sabato 26 giugno dalle ore 16,30 alle 20,00 in via Cortevecchia n° 3. Vi ricordiamo che se volete prendere parte a questo “temporary shop at home” dovete inviare una mail di conferma a info@elenamassari.com

Scritto da: Nicole Mistroni & doris cardinali

Data: 24-06-2010

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 9475 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli