La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > La Stagione Lirica 2010/2011

Nov 22 2010

La Stagione Lirica 2010/2011

di Comunicato Stampa

Al Teatro Comunale di Ferrara

Il ritorno, dopo diversi anni, di titoli di repertorio come Il trovatore di Verdi e Madama Butterfly di Puccini. La prima esecuzione a Ferrara di Giulio Cesare di Haendel in una nuova produzione di teatro barocco. Il debutto del Flauto magico secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio. Sono questi gli elementi di spicco della nuova stagione lirica del Teatro Comunale di Ferrara.

Ad aprire il cartellone, sabato 8 e domenica 9 gennaio sarà Il trovatore: una ripresa dello spettacolo del 2003 con regia, scene e costumi di Cristina Mazzavillani Muti, un cast di giovani voci emergenti e l’Orchestra Cherubini diretta da Nicola Paszkovski. Ferrara avrà così la possibilità di rivedere uno dei titoli della trilogia popolare verdiana a oltre trent’anni dalla sua ultima rappresentazione cittadina (stagione lirica 1977), e quella di festeggiare il centocinquantenario dell’Unità d’Italia con l’autore risorgimentale per antonomasia del nostro Ottocento. Lo spettacolo è il risultato di una coproduzione tra Teatro Alighieri di Ravenna, Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, Teatro dell’Aquila di Fermo, Teatro Rendano di Cosenza, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e Teatro Verdi di Pisa.
Martedì 15 e mercoledì 16 febbraio andrà in scena per la prima volta Il flauto magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio. L’opera di Mozart verrà riletta e rielaborata con gli arrangiamenti del suo direttore Mario Tronco e di Leandro Piccioni, creati allo scopo specifico di esaltare le potenzialità del bagaglio interculturale dell’orchestra romana. Il canto in sei lingue differenti (wolof, spagnolo, arabo, tedesco, portoghese e inglese) e una veste musicale tra jazz, rap, mambo e pop danno vita a un Flauto contemporaneo, ambientato in una moderna società multirazziale. Sorprendenti le scenografie realizzate da Lino Fiorito, fatte di acquerelli che richiamano l’idea della favola e da didascalie disegnate su pannelli per i recitativi (come nella tecnica dei fotoromanzi). Un’atmosfera insieme magica e trasgressiva, che si propone di avvicinare alla Stagione un pubblico più giovane e aperto ad esperienze di ascolto “trasversali”.
Venerdì 11 e domenica 13 marzo debutterà a Ferrara in prima nazionale la nuova produzione dell’opera di Händel Giulio Cesare, proseguendo così la recente ma già consolidata consuetudine che ha visto il Teatro Comunale estense capofila di importanti allestimenti di opere barocche nelle stagioni liriche degli ultimi anni. Risultato di una coproduzione internazionale che vede il Teatro di Ferrara affiancato da Teatro Comunale Alighieri di Ravenna e Teatro Comunale Pavarotti di Modena, dai festival internazionali Händel Festspiele di Halle e il Musikfests di Brema e dal Teatr Wuielki di Poznan (Polonia), porterà in scena per la prima volta nella città estense quel che viene considerato uno dei più riusciti titoli händeliani, caratterizzato dalla presenza di arie soliste immortali, conosciute ed apprezzate da tutti gli appassionati di musica barocca. Il cast vede la presenza di Sonia Prina, Maria Grazia Schiavo e Josè Maria Lo Monaco, tra le migliori voci italiane specializzate nel repertorio antico. Il valore del cast è accresciuto dall’apporto dell’Accademia Bizantina diretta da Ottavio Dantone, complesso barocco di consolidata fama internazionale. La regia di Alessio Pizzech, le scene di Marco Ricciarini, i costumi di Cristina Aceti e le luci di Marco Cazzola affronteranno la drammaturgia di Giulio Cesare in una chiave attualizzata di dialettica tra mondi e culture, con riferimenti visivi e iconografici all’Egitto delle scoperte archeologiche tra Otto e Novecento.
La stagione lirica si concluderà il 7 e l’8 maggio con Madama Butterfly, anch’esso lontano dalle scene ferraresi da oltre venticinque anni (stagione lirica 1984). Il capolavoro esotico di Puccini, uno dei suoi ritratti femminili più intensi e appassionati, andrà in scena al Comunale in un elegante e collaudato allestimento, con la regia di Vivien A. Hewitt, le scene di Kan Yasuda e i costumi di Regina Schrecker a cura della Fondazione Puccini Festival. Donata D’Annunzio Lombardi e Antonia Cifrone si alterneranno ricoprirà il ruolo principale di Cio-Ci-San/Butterfly, Roberto Zarpellon dirigerà Orchestra e Coro del Festival Puccini: un nuovo soggetto, nato ed affermato ormai in tutto il mondo per la valorizzazione della cultura musicale italiana, che entra così per la prima volta nella rete delle collaborazioni istituzionali del Teatro Comunale di Ferrara.

Accanto alla programmazione principale, la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara propone per la prima volta quest’anno l’ampio e articolato progetto formativo e divulgativo “La Lirica per la città”, diviso a sua volta in tre sezioni.
La prima, denominata "Esperienze di teatro musicale", comprende la rappresentazione del Principe Porcaro di Nino Rota (di cui nel 2011 ricorre il centenario della nascita), domenica 21 e lunedì 22 novembre (con la regia di Antonio Utili e l'ensemble strumentale del Conservatorio Girolamo Frescobaldi diretto da Maria Luisa Russo), della Traviata di Verdi, in programma domenica 4 aprile (con gli interpreti vincitori del II Concorso Lirico Internazionale Città di Ferrara, la regia di Maria Cristina Osti e l'orchestra del Teatro Verdi di Porotto), del Malato immaginario di Vinci il 12 aprile (regia di Emanuele Zanella, produzione delle classi di Arte Scenica, Canto e Clavicembalo del Conservatorio Frescobaldi).

Nella seconda, intitolata "Opere al Ridotto", trovano spazio quattro concerti domenicali su tema lirico: domenica 5 dicembre una selezione dal Trovatore, domenica 27 febbraio un appuntamento dedicato al repertorio settecentesco per voce e mandolino, domenica 6 marzo "L’Opera in Salotto", con il mezzosoprano Cristina Guarino, il tenore Paolo Antognetti e il pianista Fabrizio Milani, domenica 20 marzo Le arie da concerto di Mozart con il soprano Mirella Golinelli e il pianista Antonio Rolfini.

Nella terza, chiamata "Riscoprire l'opera", per la prima volta il Teatro Comunale di Ferrara propone una piccola scuola dell'opera, una sorta di abc della lirica, ovvero sei incontri con ascolti guidati dentro la storia del melodramma a cura di Valentino Sani.
Come è nella tradizione del Teatro Comunale di Ferrara, ogni titolo della stagione è accompagnato da un incontro di approfondimento storico-musicale: venerdì 7 gennaio alle 18 il musicologo Valentino Sani presenta Il trovatore; martedì 15 febbraio alle 17 Fabrizio Festa dialogherà con Mario Tronco, direttore dell'Orchestra di Piazza Vittorio; venerdì 11 marzo alle 17 Enrico Girardi, critico musicale del Corriere della Sera, approfondirà Giulio Cesare di Haendel; giovedì 15 maggio alle 18 Roberta Ziosi terrà una conferenza dal titolo Il volo della farfalla: Madame Butterfly tra cinema e teatro. Gli incontri, a ingresso libero, si terranno al Ridotto del Teatro Comunale. Inoltre anche quest'anno il Teatro Comunale conferma gli appuntamenti dedicati al “dietro le quinte” degli allestimenti operistici in cartellone. Gli incontri si svolgeranno in palcoscenico e saranno curati da Lorenzo Cutuli e saranno finalizzati ad approfondire le caratteristiche dei diversi allestimenti scenici, dall’ideazione alla realizzazione dell’evento teatrale.

Anche quest’anno si conferma l’articolazione della stagione in due turni di abbonamento: turno A – 4 spettacoli con inizio alle 20 – e turno B – 4 spettacoli la domenica alle 16. È inoltre confermata anche la formula Carnet 2 riservata al pubblico più giovane (entro i 30 anni), che potrà scegliere due tra i quattro spettacoli in cartellone. Da segnalare inoltre le formule Lirica in famiglia (biglietto a 5 euro per ragazzi sino a 12 anni accompagnati) e Under 18 (10 euro per chi ha meno di 18 anni).
Gli abbonamenti cominciano mercoledì 24 novembre con le conferme, che termineranno lunedì 29 novembre; martedì 30 novembre e mercoledì 1 dicembre saranno dedicati agli spostamenti. I nuovi abbonamenti e i carnet 2 saranno acquistabili da giovedì 2 a venerdì 10 dicembre. La vendita dei biglietti comincerà sabato 11 dicembre.

Per informazioni: tel. 0532 202675, www.teatrocomunaleferrara.it


Scritto da: Comunicato Stampa

Data: 22-11-2010

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 8637 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli