La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > Il futuro dell'arte Unf(o)unded

Apr 27 2011

Museo Casa Ludovico Ariosto

Il futuro dell'arte Unf(o)unded

di Comunicato Stampa

Come cambia il mondo artistico contemporaneo a seguito della riduzione dei fondi?

invito unfounded

All’interno di UNF(O)UNDED, il provocatorio progetto espositivo curato da Federica Zabarri e promosso dell’Associazione culturale Yoruba di Ferrara (in mostra al Museo Casa Ariosto fino a fine mese), giovedì 28 aprile alle ore 17.00 verrà presentata al pubblico una conferenza/tavola rotonda dal titolo Il Futuro dell’Arte Unf(o)unded. Come cambia il mondo artistico contemporaneo a seguito della riduzione dei fondi?
La mostra, allineata con le proteste sollevate dal mondo della cultura e dello spettacolo contro i continui tagli ai finanziamenti pubblici destinati al settore culturale, dopo aver sollevato la questione di come se da una parte, l’arte senza fondi non possa che essere immaginata e dall’altra il problema della mancanza di investimenti dovrebbe essere oggi più che mai affrontato in un’ottica di sfida piuttosto che di impedimento, si propone con questo intervento di allargare il dibattito a nuovi spunti di riflessione sul mondo artistico contemporaneo.
La riduzione degli investimenti statali destinati alla cultura ed in particolare alla promozione, alla tutela e alla conservazione del patrimonio artistico nazionale, ha ridefinito il ruolo del museo di arte contemporanea il quale, in mancanza di contributi pubblici, sceglie di autofinanziarsi ricorrendo a sponsorizzazioni private, con la conseguente strumentalizzazione delle proprie funzioni sociali e culturali. L’istituzione museale, trasformandosi in promotrice e supporter di artisti contemporanei ed avvicinandosi alle gallerie ed ai mecenati privati, pone la propria funzione di “legittimazione” dell’arte al servizio del mercato, delle case d’asta e di chiunque possa offrire fondi economici all’attività museale.
I cambiamenti di ordine etico e sociale innescati dalle riduzione dei fondi alla cultura polarizzano l’attenzione degli operatori dell’arte sul ruolo dei nuovi partner del sistema museale. Le Fondazioni legate alle grandi griffe della moda, quelle bancarie e le numerose aziende commerciali attive in campo culturale rappresentano oggi una nuova forma di mecenatismo la quale, più che un supporto incondizionato al mondo dell’arte contemporanea, si trasforma in uno strumento di seduzione del consumatore. Il ritorno dei mecenati privati sulla scena artistica internazionale non ha una valenza negativa in sé ma la acquisisce nel momento in cui, a seguito della carenza di finanziamenti pubblici, essi diventano gli unici referenti dei giovani artisti, con il rischio di innescare una forma di censura esercitata attraverso il denaro.
In antitesi all’artista “debitore” dipendente dagli appoggi dei mecenati privati, si staglia la figura dell’artista imprenditore, fuoriuscito dal consumismo anni ‘80 e in grado di gestire managerialmente la propria produzione artistica grazie al supporto del proprio capitale privato, rappresentando uno degli aspetti più rappresentativi del panorama artistico odierno.
Fulcro dell’incontro sarà la presentazione del libro Modernità e campo dell’arte. I>Per una sociologia critica dell’arte contemporanea italiana (edito per i Tipi di Lampi di Stampa - Gruppo Messaggerie Italiane), di Raffaele Quattrone, (sociologo e Presidente del Dipartimento Emilia-Romagna dell’Associazione Nazionale Sociologi), attraverso gli interventi di Angelo Andreotti (Direttore dei Musei d’Arte Antica di Ferrara), Maria Antonietta Trasforini (docente di sociologia dell’Arte - Università degli Studi di Ferrara), Federica Zabarri(curatrice della mostra Unf(o)unded), coordinati per l’occasione da Fulvio Chimento (curatore indipendente).
Yoruba difende l’art.9 della costituzione:"La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica etecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione."



Informazioni
Sede: Museo Casa Ariosto via Ludovico Ariosto, 67
Tel. 0532/244949 - Fax 0532/203064 www.comune.fe.it/arteantica
Orari: feriali 10.00 > 13.00 | 15.00 > 18.00 domenica 10.00 > 13.00 lunedi chiuso
Ingresso: gratuito
Info Call Center Ferrara Mostre e Musei: tel. +39 0532 244 949 | +39 0532 244 949

Ufficio Stampa
Ass. Yoruba::diffusione arte contemporanea
Sara Finotti +39 347 7363984
www.yoruba.it| info@yoruba.it
Media Partner
UnDo.Net: Via Carlo Farini, 3620159 Milanotel. +39 02 66 84 254
staff@undo.net

Ferrara, venerdì 11 marzo 2011 h. 18.00 | Museo Casa Ludovico Ariosto
UNF(O)UNDED
32 curatori, 30 grandi opere, 10 audioguide, 1 ora di arte contemporanea
Con il Patrocinio di:
Comune di Ferrara - Assessorato alla Cultura | GA/ER – Associazione Giovani Artisti Emilia-Romagna
In collaborazione con:
Associazione Giovani Artisti Italiani | Ufficio Giovani Artisti- Ferrara | Musei Civici di Arte Antica
Media Partner
Undo.net – network per la cultura contemporanea


Scritto da: Comunicato Stampa

Data: 27-04-2011

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 6370 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli