RECENSIONI \ 50 Cent

Get Rich Or Die Tryin...sotto il segno di Eminem

di Ilaria
home oa > Musica > Recensioni > 50 Cent

testo alternativoCurtis Jackson è il vero nome del nuovo pupillo di Eminem.
Ha 26 anni, 9 cicatrici da arma da fuoco sparse per il corpo, 6 arresti, un figlio di 6 anni di nome Marquise, e un nuovo disco in classifica che ha già venduto 3 milioni di copie.
“Get rich or die tryin”(16 tracce + 2 bonus track), è il capolavoro che gli sta fruttando molto più di 50 Cent. Ma bensì, è un milione di dollari, quello che la Shady Records ha pagato per metterlo sotto contratto.
E’ di lui che sto parlando, 50 Cent, nuovo acquisto della Shady Records, la casa discografica di Eminem per l’appunto. Non è un personaggio tranquillo, il suo passato parla per lui. Prima di sfondare nell’olimpo del rap, era uno dei tanti ragazzi di colore americani che vive nel Queens, che spaccia(va) droga, crack per la precisione, era un gangsta. Uno pericoloso. E’ una sorta di Highlander, visto che nemmeno nove colpi di pistola, l’hanno scalfito. Gli hanno solo lasciato cicatrici, e una mandibola rotta. E non credo che i soldi abbiano cambiato molto il suo atteggiamento. E’ un personaggio scomodo 50 Cent, tant’è che anche ora che è “famoso”, qualcuno cerca di farlo fuori. Persino suo figlio deve indossare il giubbotto antiproiettile, quando esce con lui. E tutta la sua vita privata, passata o presente, è inserita nel disco.
Ammetto che non nutro una forte simpatia per lui, ed ero piuttosto scettica in merito a questo disco. Poi sapendo che quello che tocca Eminem, lo trasforma in oro, mi sono convinta ad ascoltarlo.
Un po’ di soppiatto qualche mese fa è uscito il primo singolo (che primo singolo non è, visto che in realtà è uscito con il disco No Mercy, No Fear nell’agosto del 2002), Wanksta che non ha entusiasmato molto le persone. Direi che ha messo curiosità.
testo alternativo50 Cent aveva già inciso un paio di dischi anni fa, ma in pochi lo ricordano. Oppure diciamo che Eminem ci ha messo del suo per pubblicizzarlo al meglio. Fatto sta che all’uscita di In da Club, ha fatto il botto.
L’ho visto pubblicizzato ovunque si parlasse di musica rap. E la prima impressione, anzi la prima affermazione è stata”non lo prenderò mai”. Lui è bruttissimo, ha una faccia da schiaffi per non dire altro. Tipica faccia da sfida. Come immagine, non incute curiosità, ma bensì timore.
Ma sentendo sempre più spesso In da club, sono arrivata al compromesso che per ascoltarlo lo ascolto, basta che non mi facciano vedere i suoi video.
Per la prima volta, mi piace la musica di qualcuno che mi sta davvero antipatico.
I suoi testi sono sempre molto incazzati, volgari se vogliamo, ben celati da titoli semplici. Anche se all’interno si parla di armi, di droga, di sesso molto esplicito. Ora si sente il ripetto delle persone addosso, solo ora che qualcuno l’ha fatto diventare ricco, quindi degno di rispetto.
La sua voce è incisiva, quello che ci si aspetta da un tipo come lui. A volte i ritornelli cadono nella banalità di una nenia. Una specie di cantilena che accompagna quasi tutti i pezzi. Ma che è considerato il suo flow, cioè la capacità di fare rime mantenendo sempre la stessa metrica, la stessa cadenza. Non mancano gli spari di sottofondo come in Heat, una sfida? Chissà con chi…testo alternativo
Il tocco sublime di Eminem in Don’t push me e in Patiently waiting.
Sono tutte canzoni ballabili, ritmate. Musicalità diverse, quasi un remember degli anni ’80. Come P.I.M.P. (n.d.r. pappone, magnaccia) ad esempio.
E già sono partiti i dissing contro Jay Z, che non gli deve essere molto simpatico. Ma i rancori sono alla base del rap, si sa.
Un bel disco, una novità di cui si sentirà parlare ancora per molto tempo. (Se non lo uccidono prima.)
Io lo consiglio. Anche a chi non piace molto il rap.

01-02-2006 - visite: 13684

Condividi questa pagina:

Newsletter:addio CartaGiovaniProtagonisti.Benvenuta youngERcard!
di

Leggi l'articolo

Sapere e Fare 7
di redazione

Leggi l'articolo

Newsletter: Cosplay Party ad Area Giovani
di

Leggi l'articolo

Newsletter: nuovo Occhiaperti.net
di Newsletter

Leggi l'articolo

Incontri sulla Costituzione
di Comunicato Stampa

sala del Consiglio comunale a cura dei costituzionalisti Veronesi e Bergonzini Leggi l'articolo

Luci della scrittura, le parole di Stefano Tassinari
di Comunicato Stampa

tra giornalismo e narrativa Leggi l'articolo

Selezioni tirocini formativi: pubblicati i calendari
di Redazione

Leggi l'articolo

Valid CSS 2 Valid XHTML 1.0 Strict