La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > Internazionale 2011 - Il nostro speciale in (quasi) diretta > Internazionale a Ferrara 2011 - La presentazione

Sep 29 2011

Affollata conferenza stampa in municipio

Internazionale a Ferrara 2011 - La presentazione

di Comunicato Stampa

Quinto compleanno per uno dei festival d'informazione più prestigiosi


È stata presentata mercoledì 28 settembre la quinta edizione del festival di giornalismo Internazionale a Ferrara 2011. Anche quest’anno, a Ferrara, sono attesi i grandi nomi del giornalismo e della cultura internazionali e decine di migliaia di spettatori: "Il Festival rappresenta una grande sfida in un momento difficile. La città ha sempre dimostrato di accogliere l’evento con grande entusiasmo: non più Internazionale a Ferrara ma Internazionale con Ferrara", afferma Tiziano Tagliani, il sindaco di Ferrara, che aggiunge: "La presenza sempre crescente di pubblico giovane e di realtà che decidono di collaborare dimostrano ancora una volta la rilevanza del festival nel panorama nazionale". Lo confermano i dati: "Quest’anno saranno presenti 190 ospiti – quasi un 100% in più rispetto all’anno scorso -, provenienti da 35 Paesi diversi, e circa 80 eventi, ripetendo l’impianto ormai consolidato che comprende incontri, spettacoli, mostre, proiezioni di documentari, presentazioni di libri" ribadisce il vicedirettore di Internazionale Chiara Nielsen.

Protagoniste della quinta edizione del festival le grandi rivoluzioni politiche e sociali con le voci della primavera araba: Ziad Majed, attivista politico della sinistra libanese e gli egiziani Issandr el Amrani, fondatore di The Arabist, e Hossam el Hamalawy, autore del blog Arabawy. E poi i nuovi femminismi, con la filosofa Michela Marzano, la scrittrice spagnola Beatriz Preciado e la giornalista britannica Natasha Walter.

I grandi nomi della cultura e del giornalismo si confrontano sui temi principali dell’attualità: l’atteso incontro tra l’intellettuale britannico John Berger e la scrittrice e attivista indiana Arundhati Roy; Al Qaeda dopo la morte di Bin Laden con il giornalista britannico Jason Burke; le imminenti elezioni in Argentina con Horacio Verbitsky; la Russia di Putin con la reporter di Novaja Gazeta Yulia Latynina; il reportage di guerra dell’inviata del New York Times Elizabeth Rubin; lavoro e precariato con il segretario generale della Cgil Susanna Camusso.

E poi il dibattito sui social network con Evgeny Morozov, autore di The Net Delusion, e Bruno Giussani, direttore europeo di TED. Per la prima volta a Ferrara approdano le TED Conference. Continua anche l’impegno di Internazionale per un festival a impatto zero. Di politiche ambientali si parla con il direttore di Greenpeace International Kumi Naidoo.

Non mancheranno i grandi spettacoli serali. Il concerto in piazza di world music dei maliani Amadou e Mariam e l’atteso dj-set di Jovanotti. Direttamente da Venezia, il film rivelazione L’ultimo Terrestre di Gianni Gipi Pacinotti e il documentario Black bloc di Carlo A. Bachschmidt, la performance teatrale I giorni di Genova e la rassegna di documentari inediti di Mondovisioni.

Scritto da: Comunicato Stampa

Data: 29-09-2011

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 3202 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli