sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Recensioni > Lezioni di Cioccolato 2
Lezioni di Cioccolato 2
Sequel diretto da Alessio Maria Federici
Romantica e zuccherosa commedia degli equivoci


Tre anni fa li avevamo lasciati felici , con i loro sogni appena avverati, pronti ad iniziare una nuova vita. Ma realizzare i propri sogni comincia ad essere complicato anche nei film, come ci mostra il sequel "Lezioni di cioccolato 2". Uscito nelle sale l'undici novembre, vi ritroviamo i personaggi principali del primo episodio: il donnaiolo Mattia (Luca Argentero) e l'egiziano Kamal (Hassani Shapi). Lezioni di cioccolato2 Chi si fosse perso questo primo film non disperi perché, con classico espediente cinematografico, i primi minuti del film sono dedicati ad un breve riassunto della puntata precedente. Cambia la regia: l'esordiente Alessio Maria Federici prende il posto di Claudio Cupellini, e c’è un cambiamento (positivo) anche nella scelta del personaggio femminile. Non più Violante Placido ma Nabiha Akkari (Farah nel film di Checco Zalone “Che bella giornata”). Alla base di questa nuova romantica storia al gusto cioccolato c'è la famosa ditta Perugina e il lancio del suo nuovo cioccolatino, il Bacio Bianco. Dopo il corso di cioccolato del primo film Mattia torna all'edilizia, invece Kamal riesce ad aprire la sua pasticceria. Le cose però non vanno bene per entrambi e rischiano di chiudere le loro attività. Per quanto Mattia provi a diventare socio di Kamal, l'egiziano si rifiuta categoricamente. Non perché non abbia bisogno del denaro che l'amico gli offre, ma per proteggere la sua splendida figlia Nawal dal fascino irresistibile dell'amico “demonio”. Le bugie del padre premuroso e tradizionalista non terranno lontani i due giovani, che si scontrano in un locale.

Commedia che gioca su una sottile rete di inganni e bugie a fin di bene, sconta un finale prevedibile, ma ciò che la rende piacevole è proprio il carisma di Hassani Shapi che ruba la scena al protagonista Argentero. Il suo personaggio infatti è il vero centro del film che mette in scena la diversa importanza data alle tradizioni dell'egiziano emigrato dalla sua terra per sfuggire alla povertà e di sua figlia, nata in Italia, che ha un'idea della vita molto occidentale. Il suo è l'unico personaggio che riesce a prendere del tutto lo spettatore, mostrando diverse sfaccettature che mancano nella recitazione del resto del cast. Divertente la coppia di attori ben più celebri, Vincenzo Salemme, maestro pasticcere, e Angela Finocchiaro, ispettore di polizia. Interpretano due professionisti impeccabili nel loro lavoro ma impacciati e timidi nel mostrare i loro sentimenti. Unico suggerimento: se si è amanti del cioccolato è meglio andare al cinema con qualche dolcetto, c'è da leccarsi i baffi!

Chiara Ricchiuti
visite: 13116

Condividi questa pagina:



>> torna alla home di OA
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css