La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > Teatro Comunale, il sopralluogo

Aug 07 2012

Possibile la riapertura per gli eventi del 22 e 23 settembre

Teatro Comunale, il sopralluogo

di Pasquale Matarazzo

Il sindaco Tagliani con gli assessori Modonesi e Maisto fa il punto della situazione su cantieri e donazioni


“Nei prossimi giorni potrete osservare fisicamente i lavori al Teatro con l’installazione di un ponteggio su corso Giovecca. L'obiettivo è farsi trovare pronti per ospitare il Premio Estense e il concerto del maestro Abbado per una nuova raccolta fondi il 22 e 23 settembre” ha annunciato questa mattina l’assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi dando il via al sopralluogo con il sindaco Tagliani, l’assessore alla Cultura Maisto, il direttore artistico della Fondazione Teatro comunale Marino Pedroni e i giornalisti all'interno della struttura comunale che ha subito lesioni a causa del terremoto del maggio 2012.
Nel corso dell'incontro è stato fatto il punto della situazione sui lavori di restauro nei palazzi storici comunali e sulla raccolta fondi.

“Non ci sono i danni evidenti presenti in altri comuni colpiti dal sisma, ma abbiamo una situazione diffusa di problemi nei principali contenitori culturali della città” ha sottolineato Modonesi prima di elencare i danni,segnalare i prossimi interventi e il conto della valutazione dei costi.

Nel giro di perlustrazione, con elmetti d’ordinanza, l’assessore Modonesi coadiuvato da tecnici comunali e con il supporto del direttore artistico Pedroni ha mostrato le ferite del Teatro costruito nell’ultimo decennio del XVIII sec. decorato da Francesco Migliari nel 1850.

Sono molto di più di semplici solchi rugosi segno dello scorrere del tempo, le fessurazioni orizzontali e diagonali ricordano il movimento sussultorio e ondulatorio del sisma del maggio 2012. Danni sensibili alle pareti perimetrali su C.so Giovecca e Martiri della Libertà, diffuse crepe in muri portanti, solai, volte in murature e architravi, va messo in sicurezza il cornicione, e all’interno della struttura sono presenti distacchi di stucchi e decorazioni.

Pedroni si mostra preoccupato per le fessure apertesi ai lati del loggione nel punto in cui si attacca al proscenio, ma per il direttore artistico la priorità è rappresentata dal recupero della sala grande e degli uffici per liberare i camerini, in vista dell'appuntamento con il maestro Abbado e l'Orchestra di Lucerna. Rimarrà chiusa per il momento una sala prove e parte del Ridotto per un controllo degli stucchi.

Già posizionata una piattaforma in platea che funzionerà da base per una struttura che consentirà di intervenire sui decori pittorici di Migliari presenti sul soffitto, che ha subito diversi distacchi. Poi,il ponteggio oltre alla messa in sicurezza del cornicione permetterà di effettuare interventi di manutenzione.

"La valutazione dei costi per il ripristino del Teatro è di 500mila euro- ha svelato Modonesi-. Per coprire la spesa per i lavori si rimoduleranno appalti assegnati per altre opere che hanno fortemente subito il terremoto e che richiederebbero interventi diversi da quelli appaltati e in parte dal contributo delle donazioni". L'assessore ai Lavori Pubblici ha poi concluso "Per abitazioni private e scuole c'è già un percorso ben definito per i danni del sisma, per i beni monumentali ancora non ci sono indicazioni da Stato e Regione, ecco allora che il Comune vuole anticipare le procedure per dare un segnale positivo alla città".

Ritorna sull'argomento donazioni l'assessore alla Cultura Maisto "Contiamo di raggiungere i 100mila euro. Al momento, sono stati raccolti 54mila euro con il fondo destinato al Teatro Comunale, ai quali si sommano i 31mila euro (del concerto di Bologna,ndr) destinati dal maestro Abbado al restauro dell'edificio e versati in Regione. Il fondo per la ricostruzione ha superato i 72mila euro". Soldi raccolti da enti culturali e non, istituzioni, associazioni medio-piccole e cittadini, non solo ferraresi, infatti l'assessore ringrazia il console americano Perrone per le elargizioni provenienti da fondazioni italo-americane che hanno organizzato eventi pro Ferrara.

Sulla raccolta fondi del Comune di Ferrara, circa 107mila euro raccolti al 6 agosto, nel segno della tracciabilità e della trasparenza, per ogni contributo sarà possibile sapere in che modo e per quali opere sarà impiegato. Inoltre aggiornamenti settimanali sulla raccolta sui social network Twitter e Facebook alla pagina Battiamo il Sisma e sul blog terremotoferrara.wordpress.com

Estremi del C/C su cui effettuare donazioni:
C/C IT26K0615513015000003204201
CARIFE SPA-UFFICIO ENTI PUBBLICI-VIA CAIROLI 14
CAUSALE: "EMERGENZA TERREMOTO FERRARA"

La causale può essere integrata con un obiettivo concreto che consenta la ripresa di attività specifiche: es. scuole o ricostruiamo la cultura.

Scritto da: Pasquale Matarazzo

Data: 07-08-2012

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 6627 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli