La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > IL PIANO MICHELANGELO ANTONIONI

Oct 01 2012

Ferrara dal settembre 2012 al settembre 2013

IL PIANO MICHELANGELO ANTONIONI

di Pasquale Matarazzo

La ricerca di un posto nel paesaggio



LA PRESENTAZIONE- Nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della nascita di Michelangelo Antonioni, le associazioni “Basso Profilo” e “Michelangelo Antonioni” hanno presentato, questa mattina, lunedì 1 ottobre, nel Teatro Anatomico della biblioteca Ariostea il vasto programma di progetti e attività del “Piano Michelangelo Antonioni- La ricerca di un posto nel paesaggio” che si svolgerà nell'arco di un anno dal settembre 2012 al settembre 2013.

IL PIANO ANTONIONI- Ad illustrare gli eventi in calendario i due curatori: Doris Cardinali dell’associazione Michelangelo Antonioni e Leonardo Delmonte dell’associazione Basso Profilo. “L’obiettivo è partire dalle celebrazioni del Centenario di Antonioni per approfondire con diverse discipline il tema alla base del Piano ovvero il paesaggio” ha spiegato Doris Cardinali coordinatrice del Piano.

“La ricerca di un posto nel paesaggio vuole intendersi come una riflessione sul modo in cui rapporto tra uomo e paesaggio urbano viene affrontato nel cinema di Antonioni. A partire dal tema di fondo verranno proposte una serie di iniziative che a seconda delle peculiarità delle associazioni coinvolte interpretano l’opera di Antonioni da punti di vista particolari dal fumetto, alle arti performative, dalla fotografia alla musica,ecc.. sperando di coinvolgere la comunità ferrarese e non solo e soprattutto con l’intento di avvicinare utenti appartenenti ad un target giovane” ha proseguito l’altro curatore della rassegna Leonardo Delmonte dell’associazione Basso Profilo.

Delmonte ha poi continuato "Il Piano si propone di avviare un processo creativo, coinvolgendo diversi artisti -come Baronciani, Cestari, Pambianchi, Riva, Forese- nella produzione di nuove opere inspirate al lavoro di Michelangelo Antonioni. Tra i vari obiettivi del Piano, infatti, c'è quello di attivare un processo di rilettura e riscoperta di Antonioni. Rispondendo alla domanda-titolo della mostra che ha inaugurato il Piano, "Is Michelangelo Dead?", possiamo dire che Antonioni non è morto, ma continua ad essere una fonte di ispirazione per le giovani generazioni, grazie al carattere innovativo e sperimentale dei sui lavori”.

CALENDARIO PROGETTI- Tredici i progetti contenuti nel Piano Antonioni che si articoleranno nel corso di un intero anno. Frutto della collaborazione tra Centro Studi Dante Bighi, le associazioni Arci Ferrara, Zuni Art, Urbanica, FilmapArt, Consorzio Wunderkammer, Cluster Theory, Coro Polifonico S. Spirito, Occhiaperti.net e patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Ferrara e dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ferrara.

Il calendario si è aperto con la mostra “Is Michelangelo Dead?”. Il prossimo appuntamento sarà la mostra “Le ragazze di Antonioni” (5-31 ottobre, in via Ragno al Circolo Arci Zuni), presente all’incontro di questa mattina il curatore Matteo Andreolini, con le opere inedite dell’illustratore e fumettista Alessandro Baronciani. Protagoniste della mostra le attrici delle pellicole di Antonioni ritratte nei disegni e nelle serigrafie con stile essenziale e raffinato. Il 2 novembre spazio alla musica con il Concerto in Memoria del Maestro Antonioni che aprirà la stagione del Ridotto. A seguire ci sarà la performance di danza nel tessuto urbano della città di Ferrara “A volte si fissa un punto” che si sviluppa a partire da una riflessione sul significato del corpo nel cinema di Antonioni. A dicembre proiezione del cortometraggio del 1948 del maestro “N.U. Nettezza urbana” con cineforum finale.

IL FILO ROSSO DEL PIANO: SINFONIE URBANE- A far da collante alle varie iniziative ci sarà “Sinfonie urbane. Nuove strade interpretative sul tema del paesaggio” ciclo di conferenze che si svolgeranno alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea da ottobre 2012 al maggio 2013. Aprirà il ciclo di incontri, lunedì 22 ottobre, il regista Massimo Guglielmi con “La porta sull’autostrada”. Sul set di “Identificazione di una donna”. Nel corso di sette appuntamenti, esperti e studiosi di cinema, regia, estetica, letteratura e film studies si confronteranno con il tema del paesaggio urbano in relazione anche al valore del sonoro e della colonna sonora nelle opere di Antonioni.

TAVOLA ROTONDA MAGGIO 2013- Rimandata ad una futura conferenza stampa la presentazione delle attività in programma del 2013. Sull’Archivio Antonioni si terrà una tavola rotonda nel maggio 2013 con il vicesindaco Maisto, la direttrice della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara Maria Luisa Pacelli, la presidente dell’associazione Michelangelo Antonioni e nipote del maestro Elisabetta Antonioni, la presidente dell’associazione Amici della biblioteca Ariostea Paola Zanardi dove si discuterà del futuro dell’Archivio e della possibilità di accesso e consultazione dello stesso.

LINK UTILI
Contatti: info.pianoantonioni@gmail.com
Social: www.facebook.com/PianoMichelangeloAntonioni
Sito: www.michelangeloantonioni.info; www.bassoprofilo.org; www.occhiaperti.net

IL PROGRAMMA A CURA DEGLI ORGANIZZATORI
http://www.michelangeloantonioni.info/2012/09/26/la-ricerca-di-un-posto-nel-paesaggio-2/


Scritto da: Pasquale Matarazzo

Data: 01-10-2012

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 3620 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli