La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Avanguardie Clandestine > Maria Kessler > Maria Kessler - 3° parte

Oct 02 2012

Maria Kessler - 3° parte

di Sara Draghi

Verso l'Appenino

Scritta sul muro M. k. I love you

Estraggo come da copione il libretto, la guardo sorridendo e inizio a raccontarle la storia dei bambini disabili chiusi nei container. La signora non dice una parola ma mi segue; con la penna eseguo il ticchettio sulle pagine plastificate ma l’incantesimo non sembra funzionare su di lei. Finita la spiegazione si crea un momento di lungo silenzio. Mi guarda stizzita e dice:
E dunque cosa vuoi?
Voglio che lei compri un libro, signora
Me la gioco così, vado subito al sodo.
Non ho soldi. Ho speso tutto per il funerale. L’abbiamo cremato
Ma signora, non deve pagare ora. Passerà un incaricato tra qualche settimana con il libro e pagherà tutto a lui .... o in comode rate mensili!
RATE?!?
Certo signora, questa è beneficenza, se ne ricordi
Quanto costano se li devo pagare a rate?!?
C’è n’è per tutti i gusti: Padre Pio, La Madonna di Medjugorie, Papi vari, Frate Ave Maria, San Francesco...
Chi è Frate Ave Maria? Quello del calendario?
No Signora, quello è Frate Indovino
Senta signorina, gliel’ho detto che sono atea!
Allora un bel libro sui viaggi!”.
E gli elenco tutti i luoghi del pianeta presenti in catalogo.
Bene, voglio quello sul Brasile. Quanto costa?
La vecchia è irritata.
Estraggo il prezziario e inizio a sudare freddo.
Lascio passare qualche istante. La guardo, sorrido:
120 euro signora
SE NE VADA!!!!!!


Tramonti imprevedibili

In quell’istante Maria Kessler capì di essere libera. Poteva fuggire dal campo, disertare quel destino che era stato scritto per lei dagli uomini invisibili. Il nomadismo era una parola allora bandita, le leggi dei gagé avevano costretto il popolo zingaro ad una sedentarizzazione forzata.
Ma un indole vagabonda e disordinata le ribolliva nelle vene. Lei voleva essere un artista, voleva dipingere e ballare nelle piazze con i violini che l’accompagnavano.

Nessuno si era accorto delle precipitosa ritirata dei due gagé, il sole era alto nel cielo e gli zingari riposando all’ombra delle tende, intorpiditi dall’abbondante pranzo. La veglia funebre sarebbe ripresa solo al tramonto e lei, con il suo abito nuovo, ricoperta di gioielli e monete, si avvolse nelle lenzuola del letto e aprì la finestra che dava sul retro. Saltò giù, leggera come un gatto, e corse a piedi nudi fino al boschetto.

Si guardò alle spalle, nessuno l’aveva vista né seguita. Correndo passò di fianco a una vecchia baracca su cui Django aveva scritto con la vernice “M. K. I LOVE YOU”.

Camminò ore per i campi di frumento, non sapeva esattamente dove stava andando ma seguendo l’Ovest si sarebbe allontanata dal mare e avrebbe raggiunto in un paio di giorni le montagne dell’Appennino. La visione di questa giovane donna vestita da sposa e ricoperta di gioielli sarebbe apparsa a qualsiasi uomo come un miraggio, come un sogno da dormiveglia.

Maria Kessler scomparve quel giorno, come scompaiono nelle bolge i diavoli delle nostre favole, e nessuno del suo clan seppe niente di lei per anni.

Stava scendendo il buio, il suo stomaco era vuoto e gemeva. Vide in lontananza una piccola casa con un orto. Approfittando della penombra della sera si avvicinò e si riempì la sottana di pomodori e patate ed andò a nascondersi in un fosso. In quel momento si ricordò di sua nonna e della sua fuga dalla Germania. Si chiamava Maria come lei e le raccontava tutte le notti di quando conobbe Eva Justin, la donna dai capelli rossi.


http://www.youtube.com/watch?v=67C4DdBrcNc

Fotografia di Eva Justin


Continua...

Scritto da: Sara Draghi

Data: 02-10-2012

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 7223 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli