La speranza un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Un Fiume di Musica > RECENSIONE E INTERVISTE > RECENSIONE "ROCK N' ROAR", SONIC ARROWS

Oct 10 2012

RECENSIONE "ROCK N' ROAR", SONIC ARROWS

di Fulvio Gandini

La prima demo della band

Freschi vincitori del Cassana Music Contest 2012, i Sonic Arrows sono una band Hard Rock ferrarese. Nati all’inizio del 2011, dopo diversi cambi di formazione, negli scorsi mesi sono riusciti ad incidere la loro prima demo “Rock’N’Roar” composta da cinque brani inediti.
Aggressivi già dalla copertina, raffigurante una pantera nera che morde una catena all’interno della giungla, Rock’N’Roar ci presenta un gruppo carico di energia e voglia di dimostrare.
Il primo pezzo del CD, “Break Your Chains”, si apre con una parte di tastiera che introduce la chitarra distorta. La batteria segue con un ritmo a sedicesimi sul charleston, ma al centro della scena troviamo la voce della lead vocalist Carlotta Sgroi, la cui grinta esplode per la prima volta nel travolgente ritornello. La canzone prosegue fino al primo assolo di chitarra di Fabio Zanotti che immediatamente ci mostra le sue doti tecniche.
Già dal primo pezzo possiamo comprendere le sonorità caratteristiche della band: un hard rock fortemente influenzato dallo stile che nei ’70 ha reso celebri i Deep Purple. Sulle stesse sonorità
Il secondo brano hard rock, “Shooting Star”, parla dei sogni e delle preoccupazioni di un giovane per il proprio futuro. Il ritornello è costruito sull'equilibrio fra: la sezione ritmica composta dal  basso di Marcello Righi e dalla batteria di Davide Filippini e la linea vocale sostenuta dagli altri elementi del gruppo. Da notare inoltre l’assolo di tastiere prima dell’ultimo ritornello.

“Save Your Life”, è un brano a tema ecologista, in cui l'immagine predominante è quella di un pianeta sporco ed inquinato, osservato dall’umanità non curante delle sue sorti. La chitarra torna ad essere protagonista. Il cambio di ritmo, consequenziale al vario fraseggio chitarristico, ci permette di riprendere fiato, prima di lanciarci ancora una volta alla carica del ritornello volando verso la fine del brano.
Le note di pianoforte che introducono il quarto pezzo della demo, “Defeated”, ci fanno pensare ad una traccia con una storia a sé, ovvero, una ballata ben distante dalle precedenti tre canzoni. L' impressione viene enfatizzata dall' entrata in scena della voce di Carlotta che, a sorpresa, interpreta il pezzo duettando con il tastierista della band Demis Mazzini, ma l' apice viene raggiunto con un assolo di grande classe eseguito, ancora una volta da Fabio Zanotti.
La ballata dimostra che il gruppo ha già raggiunto una buona maturità ed è capace di suonare anche in situazioni distanti dalle sue sonorità regine.
“Black Panther”, l' ultima traccia del disco, ci riporta alla carica tipica dei Sonic Arrows, anche se si tratta di un pezzo più vicino ai Guns’N’Roses. Carlotta stupisce ancora con un testo carico di grintosa sensualità, che mette in risalto le sue capacitàvocali, mentre veniamo sorpresi dal dialogo tra chitarra e tastiere.
Incamminatisi sullo stesso percorso che ha portato lontano i nostrani Voodoo Highway, i Sonic Arrows dimostrano di essere una band promettente per lo scenario musicale ferrarese, ispirati, come moltissime band, dai grandi classici dell’Hard Rock che hanno conquistato il mondo nella seconda metà dello scorso secolo.
La prima demo della band, arricchita da una splendida ballata, ci offre la foto di un albero con radici ben salde nel passato, pronto a dare ottimi frutti.


 


 

Scritto da: Fulvio Gandini

Data: 10-10-2012

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 2987 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli