sei in OcchiAperti.Net > Benvenuti nella nuova sezione Cinema! > Archivio Recensioni > L'Acchiappasogni + Animatrix
L'Acchiappasogni + Animatrix
Arriva in fretta, va via infretta, e non pulisce il water! E' Mr.Grey....Ottimo direi!
Una Cosa da un Altro Mondo
testo alternativotesto alternativo

















CATEGORIA: Flatline

Diciamolo chiaramente, nonostante ciò che dirò nel corso della recensione, c'è una sola giustificazione valida per il prezzo di questo biglietto: si chiama Animatrix.
In tutta Italia, immediatamente prima del film, sta venendo proiettato un cortometraggio d'animazione ispirato al mondo di Matrix. Si chiama "L'ultimo volo dell' Osiris", ed è solo uno dei vari "Animatrix", che verranno utilizzati per attirare l'attenzione sull'universo narrativo creato dal film dei fratelli Wachowski, prima dell'uscita dei due seguiti (previsti per Maggio e Novembre). Altri dovrebbero essere scaricabili gratutitamente dal sito ufficiale del film.
Quello che abbiamo la possibilità di vedere prima de "L'acchiappasogni" è stato scritto(come credo quasi tutti gli "Animatrix") dagli stessi Wachowski, ed è quindi perfettamente coerente con la trama della pellicola che li ha generati. Racconta di una missione pericolosissima affrontata dalla navetta Osiris. La tecnica è quella dell'animazione digitale, il team di sviluppo è quello di "Final Fantasy". Cio' ne ha fatto un cortometraggio che è a tutt'oggi il punto più alto di animazione digitale mai vista. Soprattutto per quanto riguarda l'animazione degli esseri umani, unica vera "novità", visto che la massiccia dose di effetti digitali presenti nel film ispiratore(e nel cinema contemporaneo in genere) tende ad assottigliare le differenze fra animazione digitale ed effetti speciali.
E se la seconda parte del "corto" sa un po' di "già visto", i minuti iniziali sono da urlo: nuove tecnologie = nuovi esseri umani = nuovo erotismo.

Ora, passando al film che dovrete subire dopo tale meraviglia...E' dura...molto dura...
Nel senso che appena usciti dalla sala non si è facilmente in grado di descrivere ciò che si è appena visto.
Seriamente, dipende tutto dalle intenzioni di chi si è trovato a dirigere questa...questa...ehm....questa...questa "Cosa da un Altro Mondo"!

Cinque ragazzi sono legati da un misterioso potere...poi...in un bosco succedono strane cose...un ragazzino sensitivo vede e sente cose che gli altri ignorano...c'è un virus che contagia esseri umani ed animali...ehm...e poi c'è un invasione aliena! E poi...c'è un Acchiappasogni: che è un oggetto magico indiano che tiene lontani gli incubi...

Ipotesi A) Un pasticcio tremendo

Il film è un fallimento completo. Sprofonda nella melassa appena ne ha l'occasione, e questo è colpa della tendenza, ormai consolidata a Hollywood, all' "Horror per famiglie". I problemi della sceneggiatura possono sembrare voragini o montagne: nel senso che, a conti fatti, la storia è semplicissima e si complica con elementi che non poggiano assolutamente su nulla(Es. provate ad asportare totalmente ogni scena legata a Morgan Freeman: la trama del film, per altro già incoerente di suo, non ne verrà minimamente influenzata!).
Il tono dell' intera pellicola vira costantemente, a causa dei continui tentativi di creare una tensione che non arriverà mai e dei momenti comici che fanno meno ridere di quelli involontari.
Siamo abituati alle trasposizioni letterarie fallimentari, ma questa, da un libro di Stephen King, non è nulla a cui possiate essere preparati.
Serissimo candidato a peggior film dell'anno.


Ipotesi B) Kasdan ha fatto apposta!

Il film oltrepassa ogni barriera e raggiunge le vette del "Sublime".
Il critico ha fatto il suo lavoro ed ora posso parlare IO liberamente. Cancellate tutto ciò che avete letto fino ad ora...VOI NON POTETE PERDERE QUESTO FILM!
Lawrence Kasdan non è un signor nessuno: ha scritto la sceneggiatura de "L'impero colpisce ancora", sceneggiato e diretto un film come "Il grande freddo".
Ultimamente la sua carriera è un po' in ribasso, ma diciamo la verità, spesso arriva un momento in cui anche ai migliori registi fanno fare solo film idioti. In una recente intervista Carpenter si è lamentato del fatto che da anni ormai gli portano solo copioni tipo "I mangiatori di vetro!".
Riesco perfettamente ad immaginare Lawrence Kasdan nel momento in cui accetta la proposta di girare questo film. E' solo nella stanza, in compagnia di una sceneggiatura idiota, su una pila di sceneggiature idiote...
Una voce, sensibilmente alterata, risuona nella stanza: "Vogliono che faccia un film di merda? GLIELO FACCIO VEDERE IO COS'E' UN VERO FILM DI MERDA!".
Ed ha realizzato un film in cui gli elementi portatori di tensione (gli umani infettati dagli alieni) petano e ruttano sonoramente per una buona mezzora. Alcune bestiacce aliene(dalla forma inconfondibilmente fecale) escono dal sedere dei poveretti di cui sopra, mosse probabilmente da una ossessione per le parti intime, viste le ripetute scene in cui attaccano i genitali dei nemici umani.
L'unico nel cast a non essere spaesato è Jason Lee (il quale però partiva avvantaggiato, avendo già lavorato ad un film in cui compare un "Mostro-Merda"): l'attore preferito di Kevin Smith pare essersi scritto da solo dialoghi e scene, plasmandole su suoi precedenti ruoli comici. Rinuncereste a una scena in cui quest' uomo è seduto su un water, nel disperato tentativo di non far uscire la creatura immonda che vi è rinchiusa, e cerca nonostante tutto di raccogliere gli amati stuzzicadenti (che è solito masticare) dal pavimento del bagno? No, vero? E allora correte al cinema perchè in "L'acchiappasogni" troverete altre sequenze memorabili. Come i dialoghi fra i due granitici militari Sizemore e Freeman: "Lo sai chi mi ha dato questa pistola? John Wayne in persona...E ora io la do a te". Oppure: "Dobbiamo eliminare i civili infetti che abbiamo in quarantena. E' una cosa che mi da il voltastomaco...Bene, iniziamo alle due(sbirciata all orologio)...così alle due e mezza abbiamo finito...".
No, non è uno dei primi film di Peter Jackson, e nemmeno un film Trash della Troma. No, questo film ha una confezione da film "serio", attori da film "serio", effetti speciali e budget da film "serio". E l'effetto di questo contrasto è terribilmente esilarante.
Kasdan l'ha fatto apposta! Non c'è altra spiegazione!
Un film "Sublime" ed imperdibile!

testo alternativo





visite: 14847
gli ultimi contributi
le ultime della redazione cinema
documento conforme agli standard XHTMLDocumento conforme agli standard css