La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Un Fiume di Musica > RECENSIONE E INTERVISTE > LA NEW WAVE DEGLI ANNI ‘80 ALL'OMBRA DEL CASTELLO ESTENSE 1/2

Dec 19 2012

LA NEW WAVE DEGLI ANNI ‘80 ALL'OMBRA DEL CASTELLO ESTENSE 1/2

di Licia Barbieri

Il Racconto dei Plastic Trash - Biografia


Alla fine degli anni 70, in pieno periodo post – punk, Alberto Guidetti e Tiziano Panzera, come tanti ragazzi della loro età, formano un duo acustico, guardando attentamente all'esempio di Simon and Garfunkel.
Questo piccolo progetto, verrà però presto spazzato via dal prepotente tzunami, chiamato The Police, che nel 1980 porterà Tiziano all'acquisto del suo primo basso elettrico.
Nascono così i Plastic Trash.
Dopo diversi cambi di formazione, nel 1982, si arriva finalmente a quella definitiva: Alberto Guidetti alla chitarra, Leonardo Danieli alla batteria, Tiziano Panzera al basso e Marco Scabbia alla voce e synth.
Nel Novembre dello stesso anno la band partecipa alla prima importante rassegna dedicata al nuovo rock ferrarese, presentata all'ex Skylab (ora New Adelayde) che vede come protagonisti gruppi come: Litfiba, Neon e Gaznevada.
Nell'Ottobre del 1983, i Plastic Trash incidono, presso il White Studio Recording di Ferrara, il loro primo demo – tape, che vanta un certo successo di critica specializzata. Federico Guglielmi, importante penna del “Mucchio Selvaggio” lo definisce come: “[...] uno dei migliori demo – tapes che abbia mai ricevuto [...]”
Gli anni tra il 1983 ed il 1984 sono ricchi di esperienze live per la band che partecipa ad una rassegna Dark Wave ferrarese che porta in scena anche nomi di spicco come: Diaframma, Wax Heroes e Dark Tales; prendono parte al festival nazionale Futura suonando come supporter dello spettacolo “Videomissione”. Nel 1985 i brani “All Before You” e “If You Turn Off The Light” vengono scelti dal regista Renzo Badolisani come colonna sonora del film cult torinese “I Ragazzi di Torino Sognano Tokyo e Vanno a Berlino”.
Verso la fine del 1984 la band rientra in studio per la registrazione di una nuova demo da cui verranno estratti i brani che faranno parte dell' LP “A White Chance”, compilation edita nel 1985 che vede protagonisti tre gruppi di spicco della new wave ferrarese: Plastic Trash, Intelligence Department e Go Flamingo. “A White Chance” riscuote un discreto successo sia di critica, in riviste come: “Mucchio Selvaggio”, “Rockerilla” e “Fare Musica”;
che di pubblico, guadagnandosi così la presentazione al programma “Master” di Rai 1, più vari passaggi nel corso di “Rai Stereonotte”.
Nel 1985 la band arricchisce la propria formazione con il sassofonista Andrea Poltronieri che lascerà il gruppo solo nel 1986.
Nel 1987 la band va incontro ad un ennesimo, ma questa volta definitivo, cambio di formazione che vede Lorenzo Cattani alla batteria. In questa nuova veste i Plastic Trash svolgono un'intensa attività live per tre anni, fino ad arrivare al loro ultimo concerto alla sala Boldini nel 1990, anno in cui la band si scioglierà.



Scritto da: Licia Barbieri

Data: 19-12-2012

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 4457 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli