La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Un Fiume di Musica > EVENTI > PLAY Mr D’ADAMO 2013

Feb 25 2013

PLAY Mr D’ADAMO 2013

di Licia Barbieri

The Bluesmen & THE HARMONICA PLAYERS with Horns


Lo scorso 5 Gennaio alla Sala Estense, si è tenuta l'ottava edizione del Play Mr. D'Adamo, evento benefico a favore dell'Ado, che ha riscosso come tutti gli anni una massiccia affluenza, ha visto protagonisti sul palco The Bluesmen: Roberto Formignani chitarra e voce, Massimo Mantovani alle tastiere, Roberto Poltronieri al basso e Roberto Morsiani alla batteria accompagnati da una sezione fiati composta da: Riccardo Baldrati alla tromba, Giampiero Benetti al sax alto, Stefania Bindini e Federico Benedetti al sax tenore.
Ad affiancare la storica band estense, gli immancabili armonicisti amici di Antonio D'Adamo e nove giovani chitarristi solisti, facenti parte della scena musicale ferrarese.
Come l'anno scorso, il pittore Marco Jannotta, durante lo scorrere della musica, dava vita ad un dipinto, venduta durante un'asta tenuta dal dj bolognese Mauro Alberghini alla fine del concerto. L'opera se l'è aggiudicata Davide Macchi, per poi regalarlo alla scuola. Il dipinto andrà a decorare l'aula magna.

La serata si apre con un brano in perfetto stile blues band con un dialogo fra la sezione fiati e gli assoli di Roberto Formignani, ancora solo sul palco, ispirati al sound classico di B.B. King,
Il concerto prosegue con lo standard blues I'm Ready di Willie Dixon che prevedeva la presenza dei primi due ospiti della serata: alla chitarra Michele Cacciari, che ci regala un assolo pulito, misurato, ed essenziale, senza sbavature, ma di gran gusto ed all'armonica Federico Pellegrini che arricchisce il brano con la sua proverbiale energia ed inconfondibile fraseggio virtuosistico che manda i nervi a fior di pelle.
Il terzo brano, impreziosito dal caratteristico e travolgente swing di Massimo Mantovani al pianoforte, è Lucky Blues, brano originale scritto da Roberto Formignani che questa volta è affiancato da Paolo Bertelli all'armonica.
Il concerto prosegue con il brano The Thrill is Gone di B.B. King; al basso Bruno Corticelli, alla chitarra Alessio Merighi che si presenta armato della sua Les Paul, con un suono imponente ispirato a Gary Moore ed un fraseggio caldo ed aggressivo, mentre all'armonica Giorgio Peggiani esegue un assolo dal fraseggio particolarmente elegante ma allo stesso tempo emozionante e dal forte trasporto emotivo.
I Got Rumblin' di Robert Johnson è il quinto brano della scaletta in cui troviamo alla chitarra un'appassionante Silvia Zaniboni che esegue un assolo ispirandosi allo stile del massimo esecutore di questo brano, Eric Clapton, ma con un personale ed appassionante fraseggio che arriva direttamente all'animo del pubblico, mentre all'armonica Ermanno Costa entra in una dimensione del tutto personale creando così un assolo intimo ed introspettivo.
Paolo Giacomini è l'armonicista ospite dell'energica Further on up the Road in cui Roberto Formignani esibisce tutta la sua maniacale e perfetta precisione ritmica ed il solo dell'armonica tiene anch'esso un linguaggio che punta alla ritmicità ed ad un fraseggio percussivo, rendendo l'intero brano avvincente ed appassionante.
Help Me di Sonny Boy Williamson II è il brano scelto dall'armonicista Gianandrea Pasquinelli che è riuscito a comporre il suo assolo di riff ritmici ed accattivanti e dal chitarrista Mattia Pirone che ha eseguito un assolo dalle sfumature e dalle sonorità tendenti al southern rock ed all'hard rock.
Il brano Rock Me Baby, standard di B. B. King, vede protagonisti, con un assolo dal fraseggio misurato e di stampo tradizionale, Patrizio Pirone alla chitarra ed il coinvolgente Marco Balboni all'armonica.
Riccardo Pareschi suona un sentitissimo ed entusiasmante assolo nel brano Stormy Monday di Elmore James assieme all'eclettico armonicista Fabrizio Sevà.
L'armonicista Paolo Santini, l'unico ospite del brano Sweet Home Chicago, ci fa divertire con un assolo che segue perfettamente l'arrangiamento swing del pezzo, rivisitato per l'occasione.
L'assolo chitarristico del brano Jimmy Hello George è reso davvero accattivante dalla perfetta costruzione, opera di Enrico Testi che non abbandona mai il suo stampo rockabilly, mentre Angelo Adamo all'armonica ha un fraseggio articolato e dalle sonorità jazz.
Per Every Day I Have the Blues, ritorna sul palco Bruno Corticelli al basso, alla chitarra c'è Giovanni Fontana che esegue un perfetto assolo in linea con il colore funky del pezzo, anche Gianni Massarutto all'armonica sceglie per il suo assolo riff percussivi e ritmici.
Nel brano The Blues is Allright, Guido Poppi con il suo trascinante assolo di armonica, apre alla chitarra di Luca Chiari che ci propone un accattivante fraseggio, che impressiona per varietà e musicalità, tutto amalgamato da un notevole gusto chitarristico.
L'ultimo brano del concerto è C.C. Rider in cui Andrea Cocco esegue un assolo in perfetto stile delta blues che è la caratteristica principale di tutto il brano, sottolineata dall'assolo slide di Enrico Cipollini.



L'ormai storica conclusione, ovvero il brano corale Bye Bye Dadà, è stato affidato all'improvvisazione jazzistica di Federico Benedetti, una novità rispetto agli anni scorsi in cui si vedeva la totale partecipazione dei musicisti sul palco. Questa nuova veste, dal tono più raccolto, non perde comunque di carisma e commozione.

Arrivederci all'anno prossimo!

Scritto da: Licia Barbieri

Data: 25-02-2013

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 4861 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli