La speranza è un sogno ad occhi aperti

Aristotele
Dove sei: OcchiAperti.Net > Notizie > Alice e Miriam: il diario dello stage

Apr 02 2013

Da Area Giovani a Sonika passando per Occhiaperti.net

Alice e Miriam: il diario dello stage

di Miriam Cimino; Alice Farinatti

Le studentesse dell'Ariosto presso i servizi offerti ai giovani dal Comune


LUNEDI’

Sede: Viale Alfonso 17
Progetto: “occhiaperti.net”

Nel primo giorno di stage il dott. Pagliarini, responsabile del sito “occhiaperti.net”, ci ha illustrato le varie attività organizzate dal Comune di Ferrara per i giovani.
Il sito offre molte informazioni come ad esempio “carta giovani protagonisti”, la quale, tra le altre cose, promuove ed incentiva servizi di volontariato.
“Occhiaperti.net” inoltre funge da vera e propria rivista, nella quale si trattano argomenti di cultura, arte, attualità…
Ci ha molto coinvolto la proposta di tenere un diario sulla nostra esperienza tesa a scoprire il mondo dei servizi per i giovani ferraresi.

MARTEDI’

Sede: Via Labriola
Progetto: “Area giovani”

In questa giornata siamo state guidate da Nicola e Silvia, due ragazzi che si occupano del progetto “Area giovani”.
Anche noi, come ragazze adolescenti, abbiamo constatato che spesso adolescenza è sinonimo di noia: “Area giovani” si occupa di non far sfociare questa noia in atteggiamenti contro la legge e la società stessa, ma di incanalare in progetti costruttivi gli interessi dei giovani.
L’organizzazione del servizio ha origine dalle richieste espresse degli stessi adolescenti per quanto riguarda le proprie passioni, che diventano momenti di aggregazione gratuita attraverso corsi per altri ragazzi interessati.
“Area giovani” per esempio propone corsi di break dance, “immagination tv” si occupa del montaggio video (sfortunatamente a causa di un furto è momentaneamente in difficoltà), Photoshop, fotografia ed in fine “graffiafe”, che ha permesso alla streetart di divenire legale entro certi limiti: infatti, ci siamo recate con la
“corriera stravagante” all’ex MOF, dove alcune pareti sono state interamente coperte da graffiti.
Il progetto “Area giovani”, inoltre, si occupa di tutelare i rapporti giovani-società-regole intervenendo, al momento del bisogno, per evitare l’intervento più grave delle forze dell’ordine.

Alice
Mi ha maggiormente interessato l’intervento per aiutare un gruppo di ragazzini descritti dalla gente come vandali, che avevano il loro ritrovo all’interno del Palazzo degli specchi.
I ragazzi di “Area giovani” sono intervenuti per portarli via da questa realtà poco consona alla loro età, coinvongendoli in vari progetti più educativi
.

Miriam
Mi ha colpito molto l’intervento da parte di “Area giovani” nei confronti di alcuni ragazzi della provincia ferrarese, che si divertivano ad organizzare piccole corse clandestine in moto: hanno spostato questa “passione illegale” verso un divertimento accettato dalla società, cioè hanno invitato i ragazzi nella pista dedicata alle minimoto.

Questi progetti sono stati ben accolti dalla maggior parte dei ragazzi.

MERCOLEDI’

Sede: Barco
Progetto: “L’urlo”

All’interno del centro sono presenti attività per rispondere a diverse necessità: troviamo ragazzi segnalati dai servizi sociali, i quali hanno frequenza obbligatoria presso i servizi del Coop” Il germoglio”, ragazzi frequentanti corsi o gruppi (es: yoga, o gruppi di gioco di ruolo), ragazzi frequentanti cineforum ed infine, come un centro d’aggregazione libera, permette anche la partecipazione a tutti i interessati.
La responsabile del centro ci ha mostrato come vengono organizzate le attività mensilmente, cercando di non creare conflitti fra le diverse scelte, favorendo invece la collaborazione.
Tra i progetti citati quello che ci ha maggiormente interessato è il gruppo di confronto dei “giovani mussulmani”, i quali si ritrovano per discutere sui conflitti che vivono quotidianamente tra la cultura delle proprie origini e quella della società attuale in cui vivono.

GIOVEDI’

Sede: Via della Resistenza 34
Progetto: “Antimafia”

Giornata contro il razzismo e dell’antimafia:abbiamo partecipato ad un’attività dell’UDS (unione degli studenti) e dell’associazione “Libera” contro le mafie.
Dopo la visione di un film-documentario sull’antimafia ci siamo interessate al dibattito riguardo cosa potrebbe essere utile per creare comportamenti antimafia in un panorama ristretto come il ferrarese.
Nel dibattito siamo giunti alla conclusione che fare informazione non è semplice e non basta poiché i giovani sono sempre meno interessati a questa realtà che percepiscono così lontana, bensì occorre invece promuovere attività di aggregazione per eliminare ciò che è la base della mafia: la mentalità del sopruso oramai radicata.
Piacevole intermezzo con un dolce buffet.

VENERDI’

Sede: Bagni ducali
Progetto: Sonika

“Sonika” è uno dei centri che suscita più partecipazione:è dedicato ai giovani appassionati di musica.
La struttura è molto moderna e ben organizzata.
All’interno di questo centro i ragazzi possono registrare e provare quasi gratuitamente in sale completamente attrezzate.
A capo di questa organizzazione troviamo degli stessi ragazzi giovani, i quali riescono a gestire questo gran numero di iscritti rispetto agli orari e alle sale disponibili.

Servizio a cura di:

Miriam Cimino e Alice Farinatti

Scritto da: Miriam Cimino; Alice Farinatti

Data: 02-04-2013

Condividi questa pagina:

Articoli correlati

Visite: 3475 - crediti - redattori

Login

Comune di Ferrara
Assessorato alle Politiche per i Giovani
Reg. n. 05/2004 Tribunale di Ferrara

Mi sono fatto da solo. Credo di aver avuto per maestri i miei occhi.

Michelangelo Antonioni

Powered with CMS Priscilla by ^____^ - XHTML/CSS Design by petraplatz

feed RSS Succede in Giro

feed RSS Ultimi Articoli