Ferrara Dietro Le Stelle 2013

FDLS2013 \ Arctic Monkeys a Ferrara 11.07.2013

Impressionante successo di pubblico per la data ferrarese della band inglese

di Edoardo Gandini
home OA > Musica > Live > Ferrara dietro le stelle 2013 > Arctic Monkeys a Ferrara 11.07.2013

Guarda le fotoCommenta su Facebook

am1Squadra che vince non si cambia - dice il saggio; cosi come nel 2007, quando le quattro scimmie di Sheffield erano poco più che ventenni e in piena rampa di lancio, anche quella di ieri sera si è rivelata essere una delle più energiche esibizioni a memoria d’uomo sotto le stelle di Ferrara.

L’annuncio del ritorno nel palinsesto di Ferrara Sotto le Stelle degli Arctic Monkeys ha colto tutti un po’ di sorpresa, andando controcorrente rispetto alla ormai radicata tendenza di proporre artisti in ascesa qualche anno prima della definitiva consacrazione. Il quartetto inglese arriva infatti in Italia alla vigilia del suo quinto disco, forte di una maturità ormai ampiamente raggiunta e una fama mondiale da band di primissima fascia. Il pubblico capisce la portata dell’evento, come dimostrato dal tutto esaurito fatto registrare con più di un mese di anticipo, situazione verificatasi in rarissime occasioni. Un sold out annunciato, considerando anche la rilevanza dell’antipasto Miles Kane.
miles kane
Fin dalle primissime ore del pomeriggio, sotto un cielo coperto e afoso, centinaia di fan provenienti da tutta Italia hanno iniziato a prendere posizione nei pressi di Piazza Castello, in modo da assicurarsi un posto il più vicino possibile ai loro beniamini, affogando l’impaziente attesa in fresche pinte di birra inglese al Molo, luogo prefissato per il ritrovo nazionale del forum ufficiale della band.

Alle 20.20 Piazza Castello viene invasa da un boato per l’ingresso di Miles Kane, con un’accoglienza degna di un headliner. Il giovane ragazzo di Liverpool, dal canto suo, ripaga immediatamente l’affetto con una elettrizzante selezione di brani tratti dai due dischi all’attivo, atta proprio a caricare i presenti in vista degli ospiti principali. Il sound tipicamente inglese e fortemente influenzato dal movimento Mod Revival diventa più acido e travolgente nell’esibizione dal vivo, facendo ballare e cantare tutti i presenti. Brave, ma veramente intenso, il set prosegue per circa trentacinque minuti in cui Miles Kane e band eseguono quasi tutti i singoli pubblicati, toccando il momento più alto proprio nel finale di Come Closer, finita e ripresa sui cori del pubblico dopo un crescendo strumentale.

am2
Con ancora ben vive in testa le melodie di Miles Kane, alle 21.30 inizia pian piano a spegnersi l’illuminazione principale del palco; le luci stroboscopiche posizionate sullo sfondo accompagnano il ritorno degli Arctic Monkeys a Ferrara dopo sette anni. Gli ex golden boys del brit-rock (il loro disco d’esordio Whatever People Say I Am, That's What I'm Not è detentore del guinness dei primati per numero di copie vendute nella prima settimana, più di un milione) si presentano sul palco notevolmente cambiati rispetto agli esordi, forti dell’esperienza maturata in giro per il mondo e delle importanti collaborazioni artistiche sviluppate negli ultimi anni; la più importante e formativa con Josh Homme dei Queens Of The Stone Age, produttore di Humbug e autentica fonte d’ispirazione delle sonorità di tutte le nuove produzioni della band.

Do I Wanna Know?, inedito singolo di presentazione del prossimo disco AM, è il brano scelto per l’apertura di un set che si preannuncia incentrato sui grandi successi della band; l’occasione di assistere al concerto qualche mese prima del tour promozionale del nuovo lavoro viene infatti resa ancora più ghiotta dalla possibilità di poter ascoltare una sorta di scaletta best of.
am3
Mentre un serpente di luci compone sullo sfondo le iniziali del gruppo, infatti, i quattro ragazzi inglesi mettono in fila senza pietà tutte le più famose composizioni della loro carriera, dall’intro concitato di batteria di Brianstorm agli stacchi stoner di Don’t Sit Down ‘Cause I’ve Moved Your Chair, passando per le atmosfere psichedeliche della splendida Crying Lightning, uno degli episodi meglio riusciti della band.
I quasi cinquemila presenti, diventati un unico gigantesco corpo sudato, accompagnano il quartetto dando libero sfogo a urla, cori e salti, ripagando e galvanizzando Alex Turner e compagni che, a differenza dalle ultime apparizioni, si lasciano andare ad un’interazione tutt’altro che inglese con il pubblico. Il cantante, infatti, si rivolge continuamente ai suoi fan superando uno dei suoi limiti principali, la scarsa interpretazione dei brani dal vivo, scimmiottando le mosse di kung fu di Bruce Lee in Brick by Brick e correndo da una parte all’altra del palco sul ritornello di I Bet You Look Good on the Dancefloor.
am4
Ricordando la passata esibizione a Ferrara, Alex Turner, promette ai presenti di suonare tutta la notte prima di eseguire U R Mine, brano che chiude la prima parte del concerto; il bis di quattro brani si apre con le esecuzioni semi acustiche di Cornerstone e Mardy Bum, prima della celeberrima When the Sun Goes Down cantata a cinquemila voci con il pubblico e l’attesissima 505, suonata dagli Arctic Monkeys e l’amico Miles Kane.
Si conclude cosi, dopo un’ora e trenta di altissimo livello per venti brani totali, la tanto attesa esibizione degli Arctic Monkeys a Ferrara, ripagando pienamente il grande entusiasmo dei fan; l’energia dei racconti di “Mister Inconspicuous” che sulla sua Ford Mondeo andava a caricare prostitute per le vie di Sheffield ha lasciato il posto a tematiche più adulte e mature, seguendo un percorso di crescita continuo che ha visto le scimmie affermarsi meritatamente tra i mostri sacri dei nostri anni.

Salutandovi, allego le scalette integrali di entrambi i gruppi e vi do appuntamento a venerdì 26 luglio per l’ultima data (ahimè) di questa edizione di Ferrara Sotto le Stelle che vedrà il gradito ritorno dei Sigur Ros.

Miles Kane:
1. Taking Over
2. Rearrange
3. Better Than That (o “Beddeddeddà” come lo pronuncerebbe uno di Liverpool)
4. Darkness In Our Hearts
5. Inhaler
6. Give Up
7. Don’t Forget Who You Are
8. Come Closer


Arctic Monkeys:
1. Do I Wanna Know?
2. Brianstorm
3. Dancing Shoes
4. Don’t Sit Down ‘Cause I’ve Moved Your Chair
5. Teddy Picker
6. Crying Lightning
7. Brick By Brick
8. Evil Twin
9. Old Yellow Bricks
10. She’s Thunderstorms
11. Pretty Visitors
12. I Bet You Look Good on the Dancefloor
13. Do Me a Favour
14. Suck it and See
15. Fluorescent Adolescent
16. R U Mine?
---Bis---
17. Cornerstone
18. Mardy Bum
19. When the Sun Goes Down
20. 505 (con Miles Kane)

27-07-2013 - visite: 6820

Condividi questa pagina:

Sigur Ros a Ferrara 26.07.2013
di Edoardo Gandini

Il Grandioso ritorno della band islandese Leggi l'articolo

Arctic Monkeys a Ferrara 11.07.2013
di Edoardo Gandini

Impressionante successo di pubblico per la data ferrarese della band inglese Leggi l'articolo

The Vaccines a Ferrara 09.07.2013
di Edoardo Gandini

La straripante energia della band inglese conquista Ferrara Sotto le Stelle Leggi l'articolo

The Black Angels a Ferrara 05.07.2013
di Edoardo Gandini

Unica data italiana a Ferrara Sotto le Stelle per la band texana Leggi l'articolo

Baustelle con Ensemble Symphony Orchestra 28.06.2013
di Edoardo Gandini

Grande successo al Teatro Comunale per la tappa ferrarese del gruppo toscano Leggi l'articolo

Fun. a Ferrara 12.06.2013
di Edoardo Gandini

Inizia con un tutto esaurito la nuova edizione della rassegna ferrarese Leggi l'articolo

Valid CSS 2 Valid XHTML 1.0 Strict